Kanye West pagherà il college alla figlia di George Floyd, Gianna

Kanye West pagherà il college alla figlia di George Floyd, Gianna

Il rapper ha donato 2 milioni di dollari al movimento Black Lives Matter. Aiuterà le famiglie delle persone uccise negli ultimi mesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Kanye West è più vicino che mai al movimento Black Lives Matter. Il rapper, dopo essere sceso in piazza per protestare contro gli afroamericani uccisi negli ultimi mesi, ha aperto un fondo della cifra di 2 milioni di dollari per aiutare le famiglie delle vittime.

I soldi andranno a sostenere le persone che hanno perso Breonna Taylor e Ahmaud Arbery, uccisi rispettivamente in Georgia il 23 febbraio e a Louisville il 13 marzo di quest’anno.

Non solo, la cifra servirà anche a finanziare gli studi al college di Gianna Floyd, la figlia di George che attualmente ha 6 anni.

La mamma della bimba ha commosso il mondo nei giorni scorsi, parlando ai giornalisti della perdita di George. Un uomo che non vedrà sua figlia crescere, che non potrà accompagnare all’altare o gioire per i suoi risultati all’università. Kanye, così, ha deciso di dare un aiuto importante.

La notizia, però, non è stata annunciata ufficialmente ma è trapelata grazie a Variety. West, tra l’altro, è stato criticato per non aver partecipato al Blackout Tuesday, l’iniziativa che su Instagram ha fermato le pubblicazioni in favore di post tutti colorati di nero. Si sa, però, Kanye è più uno da fatti concreti.

Anche Kim Kardashian dà il suo sostegno concreto

Anche Kim Kardashian è scesa in campo donando i proventi delle vendite dei suoi cosmetici alle associazioni che si occupano di far valere i diritti della comunità. “Sono arrabbiata. Sono più che arrabbiata. Sono furiosa”, ha scritto su Instagram. “Sono esausta per lo strazio che provo nel vedere madri, padri, sorelle, fratelli e figli soffrire perché la persona amata è stata uccisa o ingiustamente solamente perché nera”, ha aggiunto per poi concludere: “anche se non saprò mai cosa significa il dolore e la sofferenza che queste persone devono sopportare, e cosa voglia dire fare i conti con la sistematicità di una piaga come il razzismo, so bene che posso usare la mia voce per amplificare quelle di chi è stato messo a tacere per troppo tempo”

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Text “FLOYD” to 55156 #blacklivesmatter

Un post condiviso da Kim Kardashian West (@kimkardashian) in data:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it