Dal Big Bang a oggi: alla scoperta dell'Universo con l'INFN

Dal Big Bang a oggi: alla scoperta dell’Universo con l’INFN

10 puntate sul canale YouTube dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Un fisico e un musicista-conduttore, parole, numeri, animazioni, filmati. Sono questi gli ingredienti del viaggio nel tempo guidato da Antonio Zoccoli, esperto di fisica delle particelle, protagonista con i ricercatori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, di cui è il presidente, di scoperte epocali come quella del bosone di Higgs o delle onde gravitazionali.

Dall’origine dell’universo alla sua forma a quattro dimensioni, dalle ipotesi sulla natura della sua parte più oscura, al racconto di come l’universo deciderà un giorno di porre fine a se stesso, la narrazione si muove sfidando i confini della nostra conoscenza, spingendosi nella coraggiosa riflessione sull’esistenza di altri universi o di forme di vita aliena.

Ogni martedì e venerdì sul canale YouTube INFN Ufficio Comunicazione, il racconto si svela di puntata in puntata, per pochi minuti, seguendo un percorso di conoscenza fondato sul metodo sperimentale, che esplora l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande. Accompagnano il viaggio, interpreti della voce del pubblico, le improvvisazioni musicali e l’irriverente curiosità di David Riondino.

L’UNIVERSO IN UNA STANZA

1.   Universo, da Zero a Infinito – pubblicata in anteprima
2.   Un universo in espansione – pubblicata in anteprima
3.   Universo Osservabile – 9 giugno 2020
4.   Particelle – 12 giugno 2020
5.   Il bosone di Higgs – 16 giugno 2020
6.   Materia Oscura – 19 giugno 2020
7.   Spaziotempo – 23 giugno 2020
8.   Gravità – 26 giugno 2020
9.   Alieni – 30 giugno 2020
10. Indeterminazione – 3 luglio

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it