Cina, il pangolino rimosso dagli ‘ingredienti’ della medicina tradizionale

La misura contro il commercio illegale della specie
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Dopo aver elevato il suo status di specie protetta al livello massimo, la Cina introduce una nuova misura per la tutela del pangolino. Le sue squame sono state rimosse dall’elenco degli “ingredienti” della medicina tradizionale cinese (TCM). La decisione segue la drastica diminuzione dell’esemplare che, dopo l’essere umano, è il mammifero più traffico al mondo.

Un commercio illegale su larga scala, generato sia dall’alta richiesta delle sue squame, che dal consumo della sua carne, considerata una prelibatezza in alcune regioni asiatiche.

Noto anche come formichiere squamoso, il pangolino è l’unico mammifero completamente coperto di squame di cheratina, che utilizza come corazza per difendersi dai predatori.

Esistono otto specie di pangolino, di cui tre elencate in pericolo di estinzione, tre come in via di estinzione e due come vulnerabili nella Lista rossa delle specie minacciate dell’Unione internazionale per la conservazione della natura.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it