Le fan accusano Michael Clifford dei 5 Seconds of Summer di molestie

Le fan accusano Michael Clifford dei 5 Seconds of Summer di molestie

Il chitarrista nella bufera anche per alcuni tweet passati ritenuti razzisti, omofobi e sessisti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Lo spettro delle molestie sessuali cade su Michael Clifford, chitarrista dei 5 Seconds of Summer. L’artista è accusato da alcune fan di aver tenuto comportamenti inappropriati durante un concerto del 2013. Clifford avrebbe palpeggiato una ragazza (ai tempi 14enne) nel bagno della location a Tinley Park, in Illinois. Il chitarrista è corso su Twitter a negare prontamente ogni accusa. “Ho il cuore spezzato nel leggere le cose che vengono dette – sono ben oltre il falso, ha scritto Michael. Il ragazzo ha, poi, spiegato che era impossibile per lui scendere in mezzo al pubblico. In più “non farei mai una cosa del genere”, ha aggiunto. La ragazza che ha fatto partire l’accusa ha, poi, infatti, ritrattato spiegando di aver scoperto – non ha specificato come – di essersi sbagliata. Il ragazzo che l’ha molestata era evidentemente qualcuno che somigliava molto a Clifford. 

Bufera per alcuni tweet passati

Scuse a parte, il chitarrista è diventato un vero e proprio caso su Twitter, entrando nella top dei trend. E non sono solo le molestie il topic più discusso. Nel weekend, Clifford è stato anche preso di mira per alcuni suoi tweet passati, considerati sessisti, omofobi e razzisti. Ancora una volta, è stato Twitter teatro dello sfogo di Michael, tornato sul social, questa volta, per scusarsi. 

“Sono dispiaciuto per le stupidaggini che ho fatto quando ero più giovane”, si legge. “Sono una persona diversa adesso con più consapevolezza del mondo”, ha aggiunto. Infine, le scuse: “Mi dispiace se ho ferito qualcuno. Non era mia intenzione. Ero così ingenuo e sono imbarazzato e dispiaciuto. Continuerò a essere migliore e a cambiare. Non voglio ferire nessuno di nuovo”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it