Justin Bieber accusato di abusi sessuali ma lui pubblica le prove della sua innocenza

Il cantante è intervenuto su Twitter per negare i fatti

ROMA – Anche Justin Bieber finisce nel vortice delle accuse per una serie di presunti abusi sessuali a carico di due ragazze. Il cantante – secondo quanto riferito – avrebbe violentato le due ormai ex fan tra il 2014 e il 2015.

Le ragazze, nel corso del weekend appena trascorso, hanno lanciato le accuse su Twitter spiegando di essere state abusate – in due occasioni separate – nella camera d’albergo della popstar. Danielle, la prima, ha raccontato di essere stata violentata dopo un evento per i fan organizzato a Austin (Texas) dal manager di Bieber Scooter Braun, in una camera d’hotel del Four Seasons. Kadi, la seconda, sarebbe stata abusata a New York, dove attendeva Bieber per una foto.

Justin Biber e le prove della sua innocenza 

Justin Bieber ha subito negato i fatti portando le prove della sua innocenza. Il cantante ha spiegato che, nelle suddette date citate dalle ragazze, non si trovava in un hotel ma in un Airbnb, dove tra l’altro avrebbe soggiornato con Selena Gomez, sua fidanzata ai tempi.  

“Di solito evito di rispondere alle accuse su di me, visto che nella mia carriera me ne sono state rivolte di tutti i tipi ma, dopo essermi confrontato con mia moglie e il mio team, ho deciso di rispondere a questa grave accusa. I rumors sono rumors ma non posso prendere l’abuso sessuale alla leggera”, si legge su Twitter. Bieber conferma di aver fatto una sorpresa ai fan ad Austin il 9 marzo 2014 ma nega assolutamente il resto. Il cantante era al ristorante del Four Seasons ma nelle notti del 9 e del 10 marzo ha soggiornato nell’Airbnb già citato. E la prova è la fattura pagata che il cantante ha pubblicato su Twitter. 

On march 10th selena left for work and I stayed at the Westin as the receipts clearly showed with my friends nick and john before I left town. Once again not at the four seasons. We booked it for a couple days to stay for the defjam show but I bailed on the 11th to head back home pic.twitter.com/Ku15SCYz91

— Justin Bieber (@justinbieber) June 22, 2020

Bieber, perciò, adesso non starà a guardare e ha già promesso azioni legali per chiarire la situazione: “Ogni  accusa di violenza sessuale dovrebbe essere presa seriamente – scrive ancora Bieber – per questo la mia risposta era necessaria. Comunque questa storia è falsa e per questo lavorerò con Twitter e le autorità per prendere azioni legali”

Every claim of sexual abuse should be taken very seriously and this is why my response was needed. However this story is factually impossible and that is why I will be working with twitter and authorities to take legal action.

— Justin Bieber (@justinbieber) June 22, 2020

2020-06-22T12:41:52+02:00