La via del grembiule, lo Yakuza Casalingo arriva con J-POP

La via del grembiule, lo Yakuza Casalingo arriva con J-POP

Il primo numero disponibile in edicola e fumetteria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

J-POP porta in Italia uno dei manga più popolari degli ultimi anni. E’ disponibile in edicola, fumetteria e store online il primo numero di La via del grembiule – Lo yakuza casalingo (Gokushufudō), attesa serie scritta e illustrata da Kōsuke Ōno.
Il manga, è ancora in corso in Giappone, e al momento conta 5 volumi che saranno distribuiti da J-Pop in formato 12X16,9, con sovraccoperta, al prezzo di 5,90 euro.

La storia
Tatsu, detto “l’Immortale”, è lo yakuza più implacabile e temuto della città, le sue gesta sono ormai celebri: tutti conoscono la storia del leggendario yakuza che sgominò da solo dieci basi di un gruppo rivale nel giro di una notte, completamente disarmato.
Ora tutto è cambiato. Tatsu è un marito amorevole e attento alla casa. Gli unici combattimenti ai quali partecipa sono quelli per i saldi, delle offerte e dei buoni sconto che si svolgono al supermercato contro casalinghe agguerrite.
I suoi compagni di battaglia sono lavatrice e aspirapolvere, battaglie da cui, al contrario dei vecchi tempi, non esce sempre indenne.
Tatsu ha deciso però di diventare l’uomo di casa perfetto, è sua moglie a lavorare e provvedere alle spese della famiglia.

Jacopo Costa Buranelli, Literary Director dell’etichetta J-POP Manga, spiega nell’approfondimento finale per entrare meglio nelle dinamiche e nelle gag della storia: «Gli Yakuza dragoni si muovono come tuoni e fulmini nel mondo terreno, pur mantenendo un legame con la tradizione, con la cultura del cielo.»
Per questo non è difficile credere che i vecchi nemici di Tatsu e soprattutto il suo aspetto remino contro questo buon proposito!

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it