'Bateaut Tiberis', come il novecentesco Bateau Lavoir parigino

‘Bateaut Tiberis’, come il novecentesco Bateau Lavoir parigino

L’arte contemporanea incontra il fiume. A Roma dal 15 luglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Oltre sessanta gli artisti che mercoledì 15 luglio, alle 18,30, saliranno a bordo del galleggiante bianco “Gilda”, per l’inaugurazione della Mostra collettiva di Arte Contemporanea “Bateau Tiberis”, visitabile fino al 22 del mese. Il Gilda, ormeggiato in Lungotevere Oberdan a Roma, all’altezza del numero 2, nasce come centro remiero, ma per qualche giorno si trasformerà anche in atelier d’artista, con le tele a riempire di colore gli spazi bianchi del battello e le sue terrazze.

All’organizzatore e direttore artistico della mostra Luigi Rosa, abbiamo chiesto come sia nata l’idea della collettiva “Bateau Tiberis”.

“È un voluto richiamo alla nascita di movimenti culturali ed artistici al Bateau Lavoir di Parigi – ha detto Rosa dove nel primo Novecento artisti allora sconosciuti condividevano, oltre gli spunti culturali, anche un locale, che Max Jacob, poeta e grande amico di Picasso, ribattezzò, Bateau Lavoir per la sua vicinanza alla Senna dove all’epoca ancora si lavavano i panni”.

Una storia importante quella del Bateau Lavori di Montmartre, che Rosa riassume così, a beneficio del lettore:

Nel 1904 il Bateau Lavoir è abitato da Picasso, che proprio lì dipingerà ‘Les Demoiselles d’Avignon’, ma il gruppo più consistente vi si stabilisce nel 1908 e comprende una eterogenea combriccola di artisti misconosciuti, ma destinati di lì a poco a diventare gli autentici protagonisti dell’arte del ‘900. Tra loro, Braque, Max Jacob, Marie Laurencin, Guillaume Apollinaire, André Salmon, Maurice Raynal, Juan Gris, Gertrude e Leo Stein, e poi Fernand Léger, Robert Delaunay, Albert Gleizes, Andre Lhote, Jean Metzinger, Francis Picabia, Alexander Archipenko e Paul Gauguin”.

Dalla Senna al Tevere, l’intuizione dell’Art promoter della galleria romana Arte in Regola, di selezionare un nutrito gruppo di artisti, molti giovani, capaci di valorizzare la storia e la cultura della Capitale. Ne è nato un bell’assieme, per usare uno dei termini del canottaggio, di tecniche, colori, temi delle opere confluite nella collettiva Bateau Tiberis.  

La Mostra ha anche una Madrina, l’artista internazionale Karen Thomas, che parlando dell’operazione artistica messa in atto da Luigi Rosa a bordo di un battello, ha sottolineato il parallelismo tra il movimento dell’arte contemporanea che scorre e quello dell’acqua di passaggio sotto il galleggiante: “come l’acqua del fiume, un’arte che non si ferma, sempre nuova, sempre giovane e dirompente, sempre diversa”. Karen Thomas stessa esporrà nella collettiva, sue le tele sul tema dell’acqua e del mare, con evidenti richiami alla luce e alla vibrazione dell’aria ricercate dagli Impressionisti. Con una predilezione per il suo amato blu.

Protagonisti assoluti della Mostra sono però gli Artisti, che meritano di essere citati tutti, con nome e cognome, qualcuno anche con l’immancabile nome d’arte. Esporranno quindi nel “Bateau Tiberis”: Stefano Alisi, Luigi Ambrosetti-LAC68, Luciano Beniamino Aiello, Giovanna Arena, Antonietta Ascione, Barbara Bonanni, Daniela Bendoni, Paola Bernardi, Giovanni Boccia, Antonella Bonaffini, Paola Braccini, Flavia Carbonetti, Bruno Ceccobelli, Angelo Colagrossi, Maria Rosaria Colaiacomo, Letizia Cucciarelli, Michele D’Alterio, Ciro De Riso, Mauro Di Bernardino, Giusy Domenici, Dan Faco, Ellen, Natali Ferrary, Michele Fiordispini, Massimo Francalanci, Rosa Fucale, Romolo Grenga, Claudio Giuli, Francesca Giusto, Erika Mallardi, Angiolina Marchese, Fabiola Medici, Gloria Melidoni, Chiara Meneguzzi, Marco Munoz, Enrico Nardin, Cristina Natale, Tommaso Nicoletti-Tommy, Elena Ostraya, Aldo Palma, Daniela Pappalardo, Francesco Petillo, Luca Pignatelli, Ilaria Pisciottani, Pashchenko Kseniia-Kseniya Zakò, Paolo Pozzetti, Walter Cosimo Profilo, Carla Pugliano, Eleonora Pulcini, Roberta Reposati, Alessandra Ruberto, Loredana Sala, Simona Sbrilli, Paola Scafetti, Adriano Segarelli, Lucia Serra, Daniela Maria Serrano-AMADE’, Paolo Signore, Skrypnyk Yelena, Mario Spagnoli, Flaminia Verdoni, Ambra tesori, Karen Thomas, Alfredo Tramutoli, Elisabetta Viaggi-Eliza Viaggi, Federica Virgili, Steven James Vittoni, Raffaele Zegna.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it