Sherlock, il cane albino con gli occhiali da sole è una star del web

Sherlock, il cane albino con gli occhiali da sole è una star del web

La sua pelle è troppo delicata per essere esposta alla luce del sole, così come i suoi occhi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Non per moda, ma per sopravvivenza.
Sherlock deve utilizzare alcuni accorgimenti per la sua salute, come indossare occhiali da sole, ad esempio. Questo simpatico cagnolino, infatti, è albino.
La sua pelle e i suoi occhi sono troppo delicati per essere esposti alla luce del sole.

“Lui è un cane speciale e ha una bellissima personalità”, racconta Netta McKay, la donna che gli ha salvato la vita.
Sherlock, infatti, è stato abbandonato poco dopo la sua nascita.

E’ stato poi affidato temporaneamente alle cure di Netta, che alla fine ha deciso di tenerlo con sé.
Oggi lo schnauzer albino ha circa 4 anni e una casa amorevole, da cui può uscire solo a determinate condizioni. I cani come lui, infatti, “devono essere tenuti spesso all’ombra”, racconta Netta. “Si ustionano facilmente e possono sviluppare un tumore alla pelle. Porto Sherlock a fare un passeggiata quando il sole sta tramontando”.

 

Ogni volta che esce, ha bisogno di una speciale protezione solare per cani e di indossare occhiali da sole.
La rara condizione genetica, infatti, causa una mancanza di melanina nella pelle, il che significa che Sherlock è nato con pelo bianco e occhi azzurri, nonostante sua mamma fosse una schnauzer nera.

I cani albini necessitano di molte cure e attenzioni.

Per farlo sentire a suo agio, Netta ha allestito un piccolo “parco giochi” nel suo cortile ombreggiato quando lei è fuori, in modo da mantenerlo attivo e di farlo interagire con gli altri suoi cani.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it