GALLERY| Grandi classici che diventano fumetti: Il giro del mondo in 80 giorni

GALLERY| Grandi classici che diventano fumetti: Il giro del mondo in 80 giorni

L'affascinante adattamento dei francesi Loïc Dauvillier e Aude Soleilhac racconta e disegna l'incredibile avventura intorno al mondo del ricco Phileas Fogg
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Per la serie “Grandi Classici a fumetti”, da oggi in libreria e fumetteria è fuori per la collana «Tipitondi» di Tunué: Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne. L’adattamento, a cura di Loïc Dauvillier e Aude Soleilhac, racconta e disegna la storia del ricco Phileas Fogg e della scommessa da cui inizia il famoso giro del mondo in 80 giorni, la grande avventura di un incredibile viaggio.

Il libro

Era il lontano 2 ottobre 1872 quando la rocambolesca avventura del gentlemen londinese Phileas Fogg inizia con una scommessa bizzarra: riuscire a compiere il giro del mondo in 80 giorni. Tra atmosfere romantiche ed esotiche, nell’epoca della rivoluzione industriale e del mito del progresso scientifico, si svolge così il viaggio contro il tempo del temerario miliardario, sicuro di conquistare la posta in gioco di ventimila sterline. Il lungo viaggio, in compagnia del domestico Passepartout e della bella Auda, sarà carico di sorprese, equivoci, parentesi romantiche e colpi di scena.

L’adattamento a fumetti degli autori francesi è un’opportunità per mettersi (o rimettersi con occhi diversi) sulle tracce di un’avventura incredibile ormai considerata un classico senza tempo. Un invito a scoprire quei capolavori di letteratura di viaggio propedeutici alla crescita di piccoli grandi esploratori, culturali e del mondo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it