Scuola, prima settimana per l'IC Verga di Viagrande

Scuola, prima settimana per l’IC Verga di Viagrande

Preside: "Massima cautela e corresponsabilità per lavorare in sicurezza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CATANIA – È la prima settimana di scuola per i quasi mille alunni dell’istituto comprensivo ‘Verga’ di Viagrande, in provincia di Catania. Ingressi differenziati e scaglionati, disinfettanti, percorsi predefiniti dalla segnaletica orizzontale e mascherine hanno scandito il ritorno dei bambini in classe.

“Ci siamo sorrisi con gli occhi- commenta la dirigente scolastica Agata Patrizia Nicolini- l’espressività che passa attraverso il paraverbale è l’unico aspetto positivo nell’utilizzo delle mascherine”.

La dirigente scolastica si ritiene soddisfatta:

“È stato un bell’inizio per tutti noi- dice– anche se l’organizzazione della ripartenza, svolta in questi mesi, è stata complessa ed impegnativa. Ma non provo stanchezza, la nostra scuola non è mai stata lasciata sola dagli enti locali. È stato sottoscritto il patto territoriale di continuità con l’amministrazione locale, con le forze di polizia e di volontariato per la ripartenza della scuola in sicurezza e lavoriamo in sinergia”.

Una collaborazione attiva da parte dell’intera comunità, con i volontari della Protezione Civile che supportano il personale Ata nel contigentare gli ingressi dei ragazzi e l’intervento dell’amministrazione comunale per i lavori di edilizia leggera in buona parte completati.

“Un plesso della scuola dell’infanzia è stato interamente ristrutturato– aggiunge Agata Patrizia Nicolini- ed alcuni spazi verdi sono stati ripristinati. La scuola dev’essere un luogo accogliente e colorato per i bambini, in cui possano stare a loro agio”.

Nessuna classe del ‘Verga’ verrà ridotta nel numero di studenti che dovranno indossare le mascherine solo quando lasceranno i loro banchi. La preside ha già convocato i genitori con incontri online e in presenza:

“In questo periodo, il dialogo con le famiglie è fondamentale, ma deve avvenire attraverso una corretta comunicazione per usare la massima cautela, lavorare in serenità ed essere corresponsabili”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it