Abbiamo deciso che potevo penetrarla un attimo senza preservativo...

Abbiamo deciso che potevo penetrarla un attimo senza preservativo…

Salve, quasi due settimane fa durante l’initimitá con la mia ragazza abbiamo deciso che potevo penetrarla un attimo senza preservativo, sono stato solo una trentina di secondi ma senza metterci troppa foga nel rapporto, quando sono uscito poco dopo ci siamo accorti di una sostanza molto bianca sulla cappella, io non ero completamente sul punto di venire perciò dubito io possa essere venuto senza sentirlo, anche perché di solito lo avverto eccome, ho pensato potesse essere liquido preseminale , ma era abbastanza e solitamente questo è trasparente, perciò lo escluderei a priori. Dato che l’ho anche toccata ho notato avesse una consistenza diversa dallo sperma, che di solito è abbastanza liquido, era invece più densa, così ho pensato subito potesse essere  liquido vaginale, perché ogni volta che le faccio un ditalino quando esco le dita sono molto sporche di una sostanza che mi è sembrato avere la stessa consistenza. Perciò la mia domanda è: è possibile che alla fine del rapporto, uscendo il pene dalla vagina, del liquido vaginale sia rimasto attaccato alla cappella? Considerando che non ho raggiunto l’orgasmo, lei non ha sentito che fosse uscito alcun liquido e che aveva una consistenza diversa dallo sperma. Inoltre era disposto in modo fin troppo uniforme sopra al pene, come fosse una bolla, come è possibile che dopo una penetrazione, anche se fosse dello sperma, rimanere in questo modo, dovrebbe disgregarsi in teoria, credo…

Anonimo



Caro Anonimo,
come anche tu hai messo in evidenza, la secrezione che hai notato, al termine della penetrazione, potrebbe appartenere a liquido vaginale, liquido pre-seminale o entrambe.
Considera che durante una penetrazione entrambe gli organi genitali, attraverso la stimolazione, secernono liquidi al fine di lubrificare e facilitare la penetrazione. Questi possono assumere una consistenza più viscosa anche dovuta al fatto che la penetrazione prevede un movimento e dunque una condensazione di tali sostanze che possono apparire più biancastre.
Tuttavia, ci sembra importante ricordarti di proteggere sempre i rapporti fin dall’inizio poiché , oltre all’importanza di proteggersi da malattie sessualmente trasmissibili (hpv virus, hiv, epatite ecc ecc) non è sempre possibile controllare completamente il processo dell’eiaculazione, soprattutto in un momento di estremo piacere come quello dell’atto sessuale.
Per tali motivi, sconsigliamo caldamente il coito interrotto mentre ci sentiamo di promuovere metodi contraccettivi sicuri, in primis il preservativo (l’unico in grado di proteggere da malattie sessualmente trasmissibili).
Torna a scriverci se ne senti il bisogno.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it