Epic Games contro Apple, per giudice serve giuria popolare

Epic Games contro Apple, per giudice serve giuria popolare

La causa potrebbe essere dibattuta a luglio 2021
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La causa Epic Games contro Apple potrebbe trasformarsi in un processo storico. È quanto emerso dall’udienza preliminare tenutasi in un tribunale federale della California, dove si e’ discusso il destino di Fortnite. Il mobile game di Epic Games, infatti, e’ stato rimosso dall’App Store il mese scorso, spingendo la societa’ a richiedere un’ingiunzione che costringa Apple a ripristinarlo.

Lunedi’ 28 settembre il caso e’ stato dibattuto dai legali delle due societa’ davanti al giudice federale Yvonne Gonzalez Rogers, che ha affermato di ritenere essenziale discutere il caso davanti ad una giuria. “È abbastanza importante capire cosa pensano le persone reali”, ha spiegato il giudice Rogers. In caso si arrivi a processo bisognera’ aspettare luglio 2021.

La disputa tra le due societa’ e’ iniziata ufficialmente lo scorso 13 agosto, quando Epic Games introdusse un aggiornamento del suo gioco che consentiva agli utenti di ottenere uno sconto sull’acquisto dei crediti in-app se effettuato direttamente nello store di Fortnite.

In questo modo, la societa’ poteva aggirare il compenso imposto dall’App Store, ovvero il 30% sulle commissioni di vendita. Apple ha quindi rimosso per ‘violazione contrattuale’ il gioco dal suo negozio virtuale. Stessa dinamica e’ avvenuta con Google e il suo Play Store. Entrambe le societa’ sono cosi’ state citate in giudizio da Epic Games, con l’accusa di avere il monopolio dei prezzi nel mercato dei mobile games.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it