In una riunione ho iniziato a tremare e sentire la testa vuota…

Ciao, sono una ragazza di 33 anni, da alcuni anni lavoro per una azienda internazionale che si occupa di marketing. In questi anni in cui lavoro per loro mi è capitato spesso di partecipare a meeting e conferenze, anche all’estero. Durante una delle ultime riunioni mi è capitata una cosa che non mi aspettavo, nel prendere parole in pubblico ho iniziato a tremare e sentire la testa vuota. Non sapevo cosa dovevo dire, non sapevo dove guardare o cosa fare. Mi sono sentita malissimo, mi mancava il respiro sentivo girare la testa e sono scoppiata a piangere per la paura. Ogni volta che ripenso a quel momento l’ansia risale e mi sento terrorizzata. Da quella volta ho evitato ogni discorso in pubblico, a volte con delle scuse ho saltato
le riunioni, ma anche in gruppi di amici non solo di lavoro ho di nuovo sempre quella sensazione di paura ogni volta che dico qualcosa o che vorrei prendere parte alla conversazione. È una sensazione nuova non ho mai avuto problemi con le persone, anzi il mio lavoro mi piaceva molto e mi stimolava e con gli amici mi sono sempre sentita a mio agio. Adesso evito il più possibile ogni situazione che comprenda un gruppo di persone perché sono terrorizzata di stare di nuovo male e perdere di nuovo il controllo. È molto difficile spiegare cosa mi stia succedendo, ma mi chiedevo se aveste dei consigli per me e soprattutto se altre persone vivono questo un problema simile al mio. Non mi sento più io, non mi fido di me stessa e ho
paura che questa cosa tremenda non passi più. Rispondetemi appena possibile, grazie

L.


Cara L.,
grazie per averci contattata. 
Sembrerebbe che quello che ti è successo durante una delle ultime riunioni, ovvero quel tremore, quella sensazione di testa vuota, un generale senso di spaesamento e di malessere generalizzato siano riconducibili ad un momento acuto di ansia. 
Anche il ripensare a tutte quelle sensazioni messe insieme e alla paura che hai sperimentato durante quel momento, come dici tu, ti provocano tutt’ora uno stato di ansia. 
Hai sperimentato la possibilità di perdere il controllo e non deve essere stato facile. Per cui ora tendi ad evitare situazioni in cui potresti essere esposta al pericolo ed in generale a situazioni che percepisci come stressanti, come il parlare in pubblico o il prendere la parola di fronte ad un gruppo di persone. 
Il disagio che stai provando è un problema che può accomunare tante persone soprattutto durante fasi della vita che richiedono un impegno psicologico ed emotivo importante; se pensiamo ad esempio al periodo storico che stiamo attraversando causato dalla pandemia, possiamo dirti che molte persone hanno registrato forti livelli di stress che hanno inciso negativamente nelle loro relazioni e nel loro lavoro. Perdere le proprie certezze, la propria routine, sentirsi sempre esposti ad una minaccia sotterranea disorienta e spesso ci fa sentire sopraffatti dalle emozioni. C’è qualcosa che ti preoccupa? Che ti fa sentire come se non ci fosse una via di uscita?…
Magari è solo un momento passeggero, monitora questi vissuti e se dovessi accorgerti che persistono nel tempo o condizionano in maniera determinante le tue relazioni potrebbe essere di aiuto confrontarti con uno Psicologo. Accogliere queste stato di allerta o di disagio ti aiuterà a trovare nuove risposte e a
recuperare quel senso di fiducia che senti di aver perso. 
Restiamo a tua disposizione. 
Un caro saluto!  

1 Ottobre 2020