GF Vip, continuano le accuse di Myriam Catania su Franceska Pepe

GF Vip, continuano le accuse di Myriam Catania su Franceska Pepe

Le parole dell'ex moglie di Luca Argentero
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Accuse gravi su Franceska Pepe sono uscite dalla bocca di Myriam Catania. Secondo la doppiatrice, la Pepe sarebbe in possesso di abiti molto costosi non comprati con i frutti dei suoi sacrifici. Durante la puntata del Grande Fratello Vip, infatti, Alfonso Signorini ha chiesto a Myriam alcune delucidazioni in merito alle sue affermazioni su Franceska. Catania ha lasciato intendere che i ‘lussi’ della sua coinquilina provengono da uomini facoltosi in cambio di prestazioni sessuali. Alla domanda ‘Franceska come fai a comprarti determinate cose con un semplice lavoro di modella?‘, l’ex fidanzata di Vittorio Sgarbi non ha voluto rispondere. La questione sembrava essersi chiusa durante la diretta di ieri e, invece, è proseguita anche dopo la puntata. Myriam Catania si trovava fuori in giardino con Stefania Orlando e Massimiliano Morra quando l’ex moglie di Luca Argentero ha raccontato ai presenti una storia su Harvey Weinstein:

c’è una storia dietro quelle scarpe, che succedeva a Venezia. Ti ricordi Weinstein? Lui regalava scarpe che costavano tantissimo, tipo 5-6mila euro, cose esagerate. E le regalava a tutte le ragazze che si portava in camera. Allora io ho chiesto a Franceska ‘dove le hai prese quelle scarpe?’. Ma magari gliele ha regalate il suo ex fidanzato, non lo so, però lì per lì ho pensato ‘magari le piace sempre l’uomo ricco’“. 

Massimiliano Morra, dopo aver ascoltato le parole di Mryam e aver compreso la gravità delle sue insinuazioni, ha subito consigliato alla gieffina di contenersi per evitare spiacevoli conseguenze.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it