Io vorrei finalmente far capire a tutti che non sono un uomo ma una donna.

Io vorrei finalmente far capire a tutti che non sono un uomo ma una donna…


Cari esperti, 
sono disperata e in preda al panico, ho trovato il coraggio di fare coming out con la mia famiglia. Io vorrei finalmente far capire a tutti che non sono un uomo ma una donna. Ho 16 anni e sono bloccata in questi lineamenti e organi maschili che mi provocano attacchi di panico continui. L’ultimo l’ho avuto a scuola perchè non riesco ad entrare nel bagno dei maschi. Per me è una violenza. Come dovrei fare? secondo voi a scuola accetteranno la mia proposta di andare in quello delle donne?

Violetta, 16 anni


Cara Violetta,
capiamo la tua forte preoccupazione e al contempo apprezziamo il tuo coraggio di fare coming out con i tuoi familiari….dirlo ai propri cari è il passo più importante in cui inconsapevolmente si ripongono tante aspettative e la necessità di essere compresi nel profondo. 
La pubertà può essere considerata un momento di conoscenza e di scoperta, in cui tutto potrebbe apparire confuso e in cui, di solito, avviene il primo vero incontro con sé stessi e con l’altro. In adolescenza vi sono tanti cambiamenti fisici, emotivi, cognitivi, che sconvolgo e che creano a volte delle difficoltà e delle fragilità in questa età. Quando in adolescenza, si diviene consapevoli di sentirsi  “nel corpo sbagliato” le fragilità e le difficoltà da superare sono sicuramente maggiori.
La mancanza di sintonia tra il sesso biologico e l’identità di genere può generare difficoltà di ordine quotidiano che possono portare ad uno stato di ansia, nel tuo caso come ci scrivi, tanto forte da generare attacchi di panico. 
Le preoccupazioni che ci scrivi sono molto importanti e forse meriterebbero di essere esternate di persona rivolgendoti ad un esperto, sia per approfondire al meglio tutte le tue sensazioni, sia perché tu possa maturare delle consapevolezze prive di ansia e che possano portarti ad azioni importanti per il tuo cammino.
Sei molto giovane ed è importante che ogni passaggio tu possa viverlo in modo equilibrato, consapevole e sostenuto anche da adulti di fiducia. 
Innanzitutto devi sapere che in Italia esiste un percorso per le persone che vogliono cambiare sesso. Il percorso consiste di vari step, tra cui un percorso psicologico che deve accertare la disforia di genere, terapie ormonali e l’eventuale cambio di sesso chirurgico. Non sappiamo in che città vivi, ma vi sono diverse strutture pubbliche in Italia che si occupano di questo, anche per i minorenni.
Quello che ti consigliamo, se non l’hai già fatto, e di rivolgerti con l’aiuto della tua famiglia in una di queste strutture per un primo colloquio e per  avere tutte le informazioni per capire come procedere.
Riguardo la necessità di andare al bagno delle donne, crediamo possa essere esternata con l’aiuto di un adulto che ti supporti; se a scuola esiste uno sportello di ascolto psicologico potresti rivolgerti per parlare e gestire le difficoltà che provi a scuola ed anche per chiedere supporto nel comunicare le tue necessità e la tua proposta.
  Se non vi fosse potresti parlarne con un professore di cui ti fidi.
Potresti anche valutare di prenderti del tempo per comunicarlo a scuola, riteniamo sia importante per te fare adesso un primo passo verso una maggiore consapevolezza con l’aiuto di esperti, che ti aiutino anche a gestire gli aspetti quotidiani. 

Speriamo di esserti stati d’aiuto,
Un caro saluto 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it