Il meteorologo Andrea Giuliacci diventa il personaggio di un cartoon

Il meteorologo Andrea Giuliacci diventa il personaggio di un cartoon

Farà parte della serie tv 'Meteo Heroes'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il famoso meteorologo Andrea Giuliacci diventa il personaggio di un cartoon. Farà infatti parte della serie tv d’animazione “MeteoHeroes” dedicata alla salvaguardia dell’ambiente e all’ecologia, prodotta in Italia da Meteo Expert-IconaClima e Mondo TV e in onda con successo dal luglio scorso su Cartoonito (canale 46 del DTT). I nuovi episodi della serie saranno trasmessi a partire dal 19 ottobre, da lunedì a domenica in Prime Time alle ore 20:50 sempre su Cartoonito.

“E’ stata davvero una grande sorpresa scoprire che diventerò anch’io un personaggio dei cartoni animati!”, ha detto Giuliacci, ben noto al pubblico televisivo per le sue previsioni meteorologiche per Meteo.it sui canali Mediaset. “Sono davvero incuriosito e divertito dall’idea di seguire sul piccolo schermo il mio alter ego animato”.

Lo stesso Giuliacci parteciperà anche al “MeteoHeroes Podcasting”, l’originale podcast per bambini ispirato al cartoon: sarà infatti la voce conclusiva di tutte le puntate e fornirà ai piccoli ascoltatori una pillola informativa sui segreti dell’ambiente e del clima. Le prime cinque puntate di questo nuovo podcast saranno disponibili su tutte le piattaforme di podcasting.

“L’idea di comunicare aspetti importanti come il cambiamento climatico e la sostenibilità attraverso i cartoni animati, anzi, ‘da dentro’ i cartoni animati, mi piace davvero tanto e mi rende particolarmente orgoglioso di far parte della squadra di questi piccoli supereroi. E poi anche i miei bambini non vedono l’ora di guardarmi accanto a tutti i simpaticissimi MeteoHeroes!”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it