Tg Scuola - edizione del 16 ottobre 2020

Tg Scuola – edizione del 16 ottobre 2020

Si parla di: Ministra Azzolina; Verso Fiera Didacta 2021; Maker Faire Rome
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Scuola, ministra Azzolina: “Lasciare tutti a casa? Risposta è no”
“Le scuole hanno lavorato tantissimo questa estate per garantire il rientro in classe di studenti e studentesse. Se l’idea per qualcuno è chiuderle e lasciare tutti a casa, la risposta è no”. La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina lo ribadisce su Facebook dopo le voci di questi giorni che proponevano la chiusura delle scuole come possibilità per frenare l’andamento dei contagi. Ma al 10 ottobre, gli alunni che sono risultati positivi sono circa 5.800, e gli insegnanti poco più di mille. Segno, per la ministra, che la scuola non è un luogo dove ci si contagia facilmente. “La scuola è un luogo sicuro e non chiuderà”, ha precisato.

Scuola: sì a lezioni in teatri e musei, stop a gite e visite guidate
Gite e visite scolastiche sono sospese, ma non le attività didattiche che si svolgono ordinariamente in ambienti diversi da quelli scolastici, come parchi, teatri, biblioteche, archivi, cinema e musei. Lo specifica il ministero dell’Istruzione in una nota inviata alle scuole per rispondere ai quesiti arrivati in merito all’interpretazione e all’applicazione di alcune disposizioni contenute nell’ultimo Dpcm. Il blocco di gite e campi scuola non riguarda quindi le attività organizzate  all’esterno degli edifici scolastici per prevenire e contenere la diffusione del contagio e favorire il distanziamento fisico.

Verso Fiera Didacta 2021, due giorni di appuntamenti online
Quattro eventi online per preparasi a Fiera Didacta, l’appuntamento annuale con l’innovazione didattica in programma a marzo 2021 a Firenze. La due giorni di convegni, organizzati per anticipare la fiera della scuola, si è concentrata sui temi della digitalizzazione, sulla didattica a distanza e sulla riorganizzazione della scuola. L’evento è stato inaugurato da un messaggio della viceministra Anna Ascani, che ha parlato di integrazione, tecnologia e futuro della scuola.

Maker Faire Rome, aperta la Call for Schools 2020
Promuovere l’innovazione, attraverso la diffusione della cultura digitale e lo sviluppo dell’imprenditorialità, mettendo in risalto i migliori progetti creativi degli Istituti italiani ed europei che possono spaziare dall’economia circolare all’intelligenza artificiale, dai droni all’agricoltura, fino all’arte, allo sport e alla musica. Questo l’obiettivo principale della ‘Call for Schools 2020’ di Maker Faire Rome, realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Le partecipazioni, gratuite, sono aperte fino al 5 novembre e rivolte a tutte le scuole superiori di secondo grado e agli Istituti scolastici analoghi appartenenti all’Unione europea.

Dalle scuole:

IC Garibaldi di Salemi
Nelle aule tutti con le mascherine trasparenti per permettere ai più piccoli di leggere il labiale.

Istituto Europa di Pomigliano d’Arco
Per i docenti dell’istituto il rientro è stato più leggero del previsto, grazie agli sforzi di tutto il personale. Tra doppi turni e didattica mista l’obiettivo è il diritto allo studio e la socialità.

Ic Don Milani di Paternò
Grazie all’intervento del ministero l’istituto ha acquistato telecamere di sorveglianza per evitare nuovi atti vandalici.

Istituto Da Vinci di Carate Brianza
La scuola è stata premiata per un progetto contro le fake news realizzato con finanziamenti dell’Unione Europea.

Campus per l’orientamento di Parabiago
Il Covid non ha fermato l’evento organizzato per guidare gli studenti nella scelta degli istituti superiori.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it