Scuola, preside istituto Tosi di Busto Arsizio: "Ritorno alla Dad misura eccessiva"

Scuola, preside istituto Tosi di Busto Arsizio: “Ritorno alla Dad misura eccessiva”

"Noi pronti ma verrà a mancare senso di protezione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’ordinanza Fontana sul ripristino della Dad alle superiori “noi la riteniamo un pochino eccessiva, lo dico col massimo rispetto per le istituzioni”, commenta all’agenzia Dire Antonella Capitanio, dirigente scolastica all’Istituto tecnico economico ‘Tosi’ di Busto Arsizio. Il ‘Tosi’ è una scuola di eccellenza in una provincia che aveva già preso le distanze anche dall’ultimo dpcm col quale si chiedeva alle scuole di far slittare l’ingresso alle 9 per alleggerire il carico sui trasporti: “Lo scaglionamento di entrata e uscita sì, lo facciamo, ma noi non avevamo nessuna difficoltà a livello di mezzi di trasporto”.

Il ‘Tosi’ si serve di TPL e linee private convenzionate per portare a scuola i 1930 studenti provenienti dalla città di Busto e dalle aree limitrofe: “Proprio perché le corse erano organizzate in modo da non creare assembramento, il sistema sembrava rispondente, tant’è che lamentele o segnalazioni di malessere non ne abbiamo mai ricevute”.

E da lunedì invece cosa cambia? “Non che il ritorno 100% alla Dad sia una novità per noi che sin da subito ci siamo attivati con una didattica di tipo misto per tutte le classi dell’istituto. Però si perde quel minimo di presenza indispensabile ad avere un contatto diretto. Verrà a mancare completamente quel senso di protezione psicologica necessaria per il funzionamento di tutta la didattica. Mi auguro che tutto questo possa durare tempi brevi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it