Gli alleati di quest' inverno per lui e per lei: Chelsea e Combat Boots

Pillole di stile | Gli alleati di quest’autunno-inverno per lui e per lei: Chelsea e Combat Boots

Perfette per riparare i piedi dal freddo perché impermeabili e con suola in gomma, questi tipi di stivali si adattano siano agli uomini che alle donne
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’autunno/inverno 2020 darà spazio al minimalismo, alla semplicità e alla praticità. Per uscire di casa basterà avere un cappotto più o meno lungo da abbinare a dei comodissimi anfibi che sono una valida alternativa alle solite sneakers. Perfetti per riparare i piedi dal freddo e dalle intemperie perché impermeabili e con suola in gomma, questi tipi di stivali si adattano sia agli uomini che alle donne. Quest’ultime potranno indossarle non solo di giorno ma anche di sera, sotto a vestiti eleganti, se accompagnati da cappotti e giacche couture o, in alternativa, a gonne sotto al ginocchio. Per quanto riguarda gli uomini, invece, gli anfibi potranno essere facilmente abbinati a pantaloni gessati morbidi, Principe di Galles o a pratici tessuti come chino e lana vergine così come proposto da Armani.

La storia degli anfibi parte da molto lontano, come scarpa esclusivamente militare per poi diventare simbolo della cultura underground a partire dagli Anni 60. In particolare, i modelli prodotti dal famoso marchio tedesco (poi inglese) Dr.Martens diventeranno accessorio indossato dalla maggior parte dei giovani aderenti ai movimenti punk, ska, grunge, brit-pop, new wave e gotici.

Gli Anni 80 e 90 vedono un affievolimento di questo tipo di scarpa che ritornerà in auge nel 2012 fino ai giorni d’oggi. In passerella, sono soprattutto due i modelli di anfibi adatti sia per lei che per lui: gli stivali Chelsea, tipicamente dotati di elastici laterali e gli stivali da combattimento (Combat Boots) più alti dei primi (anche fino al ginocchio) con lacci e spesso decorati con fibbie. Di seguito alcuni outfits proposti dagli stilisti internazionali.

EMPORIO ARMANI
Il designer italiano fa sfilare in passerella i suoi capi realizzati con elementi di recupero, contrassegnati dalle lettere ‘r-ea’ e i Combat Boots, simbolo del mondo che cambia. La donna emporio oscilla tra il maschile ed il femminile e le scarpe l’accompagnano in questa oscillazione, indossando shorts corti e giacche unisex.

DINO ALVES
Il designer portoghese combina colori accesi e tessuti, per creare una collezione giovane e comoda. Tutti outlooks accompagnati rigorosamente da Combat Boots.

CHRISTIAN DIOR
Il marchio francese propone in passerella una donna indipendente e forte che rivendica la parità di genere rielaborando in chiave femminile capi maschili tra cui le Combat Boots abbinati a cravatte di tulle.

VALENTINO
L’eleganza Valentino di quest’anno non segue le classiche regole del bon-ton: “Giacche, cappotti, abiti, ma anche capi sportivi in una lettura sartoriale, si mescolano in modi che non obbediscono a norme e regolamenti. Emerge un’idea di sartorialità sensibile e romantica, mentre si materializza una silhouette strutturata, snella e fluida, poggiata su scarpe con suole a carrarmato e completata da cappelli sorprendenti”, si legge sul sito ufficiale.

STELLA MCCARTNEY
Gli stivali Chelsea di Stella McCartney, caratterizzati da una suola in gomma spessa e da una tomaia lucida a contrasto, ancora una volta completano un look incentrato su cappotto di tendenza, in questo caso una pelliccia sintetica Fur Free Fur o un vestito di lana.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it