Serena Autieri ed Enrico Brignano presentano 'La storia di Olaf'

Serena Autieri ed Enrico Brignano presentano ‘La storia di Olaf’

Presentato Alice nella Città, il corto animato è disponibile in esclusiva su Disney+
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il regno di Arendelle ha incantato la 18esima edizione di Alice nella Città (sezione autonoma e parallela alla Festa del Cinema) con ‘La storia di Olaf’. Diretto da Trent Correy e Dan Abraham e prodotto da Nicole Hearon con Peter Del Vecho, il nuovo cortometraggio animato dei Walt Disney Animation Studios  segue i primi passi di vita dell’irresistibile pupazzo di neve, che ama i caldi abbracci, alla ricerca della sua identità sulle montagne innevate nei pressi di Arendelle. 

Dopo averlo amato nel film premiato con il Premio Oscar ‘Frozen – Il Regno di Ghiaccio’ e nell’acclamato sequel del 2019 ‘Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle’, l’innocente e profondo pupazzo di neve amante dell’estate torna a far sciogliere i cuori per rispondere ad alcune domande lasciate in sospeso: cosa è successo a Olaf dal momento in cui Elsa lo ha creato mentre cantava ‘All’Alba Sorgerò’ e costruiva il suo palazzo di ghiaccio e quando Anna e Kristoff l’hanno incontrato per la prima volta nella foresta? E come ha imparato ad amare l’estate? Tutte le risposte ne ‘La storia di Olaf’, disponibile in esclusiva su Disney+.

Ad accompagnare il debutto del corto ad Alice 2020 ci hanno pensato Serena Autieri, voce di Elsa, ed Enrico Brignano, voce del pupazzo di neve. 

L’animazione, forse, è proprio quello che ci vuole in questo momento dettato dal Covid, in cui è difficile sognare e fare progetti per il futuro. Al contrario, si vive alla giornata attenendosi alle dovute misure di sicurezza. Lo ha capito bene Antonio Monda, direttore artistico della Festa del Cinema di Roma, che ha aperto il 15 ottobre la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma con ‘Soul‘, il film d’animazione Disney e Pixar diretto da Pete Docter e dal co-regista Kemp Powers. E lo ha capito anche Disney+. La piattaforma, infatti, per accorciare il distanziamento sociale ha lanciato in Italia ‘GroupWatch’, la nuova funzionalità di visione condivisa per connettersi con amici e familiari e guardare insieme film e show dell’intera libreria della piattaforma di streaming anche quando si è distanti. Inoltre, la nuova funzione permette la visione in contemporanea fino a sette persone collegate con diversi dispositivi: da web, mobile, dispositivi connessi alle tv e Smart Tv.

LA VIDEOINTERVISTA A SERENA AUTIERI ED ENRICO BRIGNANO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it