Il Collegio torna su Rai2, studenti catapultati nel 1992

Il Collegio torna su Rai2, studenti catapultati nel 1992

Da martedì 27 ottobre alle 21.20
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo il successo delle passate stagioni, si riaprono domani sera alle 21.20 su Rai2, i cancelli della nuova edizione, la quinta, de ‘Il collegio‘. Il docu-reality, diventato negli anni un vero e proprio cult tra i giovanissimi e gli adolescenti, propone questa volta un salto negli Anni 90. I 21 ragazzi dell’edizione 2020 – realizzata in collaborazione Banijay Italia – si troveranno catapultati nel 1992, anno in cui molti dei loro stessi genitori hanno frequentato e vissuto la scuola. Finiti i rampanti Anni 80, con la caduta del muro di Berlino e la fine della Guerra Fredda, gli Anni 90 iniziano con grandi euforie, ma anche con la fine delle ideologie, che porta tra i giovani un grande senso di smarrimento. Il 1992 è l’anno del multiculturalismo, dell’apertura, del crossover, dei rave del grunge e dell’hip hop, dell’elezione di Clinton, della nascita di internet, dei primi cellulari e del primo sms. Ma e’ anche un anno drammatico per l’Italia, con i tragici attentati e l’uccisione dei giudici Falcone e Borsellino e degli uomini della scorta. È l’inizio di Mani Pulite, la serie di inchieste giornalistiche che sconvolgera’ completamente gli equilibri della politica, con la prima vera affermazione della Lega Nord. La musica dell’epoca sarà la colonna sonora del programma e delle lezioni: il 1992 è l’anno dei Nirvana, di ‘Losing My Religion‘ dei R.E.M ma anche di ‘Ragazzo fortunato‘ di Jovanotti, degli 883 e di ‘Fisico bestiale‘ di Luca Carboni.

LE NOVITÀ DELLA NUOVA EDIZIONE

La prima novità della nuova edizione è la location: lasciato infatti il Collegio Celana di Caprino Bergamasco, i ragazzi scopriranno il Collegio Regina Margherita di Anagni, una struttura imponente, con corridoi pieni di storia, un grande giardino e tanti altri nuovi angoli da scoprire. La voce di Giancarlo Magalli, che riprende il ruolo di narratore, racconterà e accompagnerà le avventure dei giovani studenti durante tutte le 8 puntate in programma.

Tra il cast tante conferme: dal super severo preside Paolo Bosisio alla professoressa di matematica e scienze Maria Rosa Petolicchio, al professore d’italiano Andrea Maggi, a quello di storia e geografia Luca Raina. Gradito ritorno anche per il professore d’inglese David Wayne Callahan e per quello di arte Alessandro Carnevale, mentre la professoressa Valentina Gottlied dall’aerobica degli Anni 80 passa di ruolo e sarà la nuova docente di educazione fisica, mentre il tenore Marco Chingari porterà il bel canto al Collegio nelle lezioni di Educazione musicale. Non a caso, il 1992 è anche l’anno di Pavarotti&Friends. Per la prima volta ci sarà spazio anche per la recitazione con il maestro Patrizio Cigliano. Durante la serie ci saranno anche avvicendamenti ed ospiti: Roberta Barbiero subentrerà per alcune lezioni di storia e geografia, Carlo Santagostino terrà una lezione di informatica, Carmelo Trainito farà ballare i ragazzi con la breakdance e la psicologa Roberta Sette introdurrà i collegiali all’educazione sessuale.

Ad aprire le porte del collegio e a dare il benvenuto i due sorveglianti: Lucia Gravante e la new entry Massimo Sabet. Grande novità sarà la presenza del bidello, impersonato da Enzo Marcelli, che si occuperà di distribuire il materiale scolastico e le merende. I temi dell’anno entreranno in Collegio attraverso le lezioni e le attività extra scolastiche dei ragazzi. Ci sarà spazio per Karaoke, per le lezioni d’informatica e rudimenti di internet, riflessioni sulla legalità, una giornata dello studente dedicata all’antimafia e lezioni sul razzismo.

Tra le attività extra ci saranno: una gita con pernottamento sotto le stelle, un’escursione didattica al Palazzo di Bonifacio VIII di Anagni, un’avvincente gara di ballo, dei combattutissimi Giochi della Gioventù, una grigliata in giardino e una festa finale a tema Le Iene, il celebre film di Quentin Tarantino del 1992.

Per tutti i protagonisti rimane invariata la necessità di adattarsi, di obbedire e seguire le indicazioni del preside, dei sorveglianti e del corpo docente. La severità, l’applicazione delle regole e della legalità sono, infatti, l’immancabile leitmotiv de ‘Il Collegio’.

Senza cellulari, senza mamma e papà, ce la faranno gli adolescenti di oggi a resistere? L’obiettivo è superare l’esame di terza media del 1992.
‘Il Collegio 5’ è stato girato durante l’emergenza sanitaria e precedentemente al Dpcm 125 del 7.10.2020. Il rispetto di protocolli, studiati appositamente, ha permesso di raccontare le storie dei ragazzi e di portare a termine il progetto in sicurezza.

‘Il Collegio 1992’ è anche un libro disponibile dal 29 ottobre nelle librerie e negli store digitali. Il volume, edito da Rai Libri, svela i segreti di tutti i protagonisti della quinta edizione del docu-reality di Rai2.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it