'Ti conosco mascherina': un libro per bambini scritto dalla virologa Capua

‘Ti conosco mascherina’: un libro per bambini scritto dalla virologa Capua

Una storia per spiegare i segreti del coronavirus e sconfiggerlo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Ti conosco mascherina’ non è più solo un modo di dire divertente ma ora è anche un libro scritto da Ilaria Capua, la scienziata che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi di emergenza sanitaria. La veterinaria che per oltre trent’anni ha diretto gruppi di ricerca nel campo delle malattie trasmissibili degli animali all’uomo e del loro potenziale epidemico in laboratori italiani ed esteri, ha pensato di scrivere un libro gioco per spiegare ai più piccoli che cos’è un virus e come affondarlo.

Una storia piena di fantasia, che racconta l’incontro immaginario di una bambina con un essere piccolissimo. Un libro colorato e vivace, con un cursore e tantissime finestrelle dai contenuti specifici, per capire senza spaventarsi, per conoscere e prevenire nuove emergenze future.

Protagonista della storia raccontata da Ilaria Capua è proprio una curiosa bambina, Iaia, che come tutti i più piccoli si fa parecchie domande: “Anche il mio orsacchiotto si può ammalare? Come può davvero esistere se non la vedo? Come può esistere una cosa invisibile? Dove si sarà nascosto?”. Le risposte a questi interrogativi arrivano proprio dal virus durante un sogno di Iaia: “Per spostarci da una persona all’altra noi virus viaggiamo soprattutto nelle goccioline piccoline che sono nell’aria che tutti respirano. Inspirando entra l’aria e con lei entrano le goccioline. Espirando esce l’aria e con lei le goccioline”.

La scienziata spiega ai bambini ogni aspetto del virus cercando di far capire loro chi deve essere protetto: i nonni, in prima battuta. Non mancano, grazie ai disegni di Ilaria Faccioli, le buone pratiche per l’igiene e la salute: “Se starnutisci o tossisci – consiglia l’esperta – non mettere la mano davanti alla bocca ma girati  e copriti il gomito” oppure “lavati le mani spesso per almeno 20 secondi e con il sapone”. Ma non manca qualche consiglio affettuoso: “Proteggi i nonni con la distanza ma stagli vicino con le videochiamate!”.

Un libro che parla a tutti i bambini e che può essere utilizzato anche dagli insegnanti a scuola. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it