Ginevra pubblica "Vortice", il singolo presentato ad "AmaSanremo"

Ginevra pubblica “Vortice”, il singolo presentato ad “AmaSanremo”

Il singolo è da oggi su tutte le piattaforme
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’abbiamo sentita lo scorso giovedì durante la prima puntata di AmaSanremo e ora possiamo ascoltarla in loop su tutte le piattaforme. Esce oggi per Asian Fake “Vortice”, il brano con cui Ginevra ha partecipato alle selezioni del programma condotto da Amadeus.

La canzone le è valsa uno dei 20 posti tra i semifinalisti aspiranti “Nuove Proposte”. Composto insieme a Francesco Fugazza, il brano prosegue il percorso di scrittura in italiano ed evoca nella melodia e nel testo sensazioni di grande leggerezza e libertà. 

“Scrivendo Vortice – ha raccontato Ginevra- mi è venuta in mente una scena molto dolce, di quelle che spesso mi è capitato di vedere nei film: due giovani innamorati, o due grandi amici, si siedono su un pontile che si affaccia su un lago, o su un muretto che osserva la città. Lì si sussurrano parole di speranza, invitando l’uno a fidarsi dell’altro. In quel preciso istante, in cui il tempo sembra fermarsi, tutti i loro pensieri, le paure e le insicurezze scivolano via”.

La canzone giunge dopo la pubblicazione di “Metropoli”, il secondo EP di Ginevra pubblicato a giugno di quest’anno, il primo in italiano. I sei brani contenuti nel lavoro dell’artista tracciano i confini di un viaggio notturno che, dalle strade della città, ha come destinazione marte. Un piccolo labirinto fatto di sentimenti contrastanti e riflessioni, il percorso interiore che ognuno di noi fa ogni giorno, da quando si sveglia fino a quando si addormenta, sul mezzo di trasporto che preferisce. 

Bio di Ginevra

Ginevra è il progetto di Ginevra Lubrano, giovane cantautrice di Torino. Ha scritto il suo primo brano a sedici anni, per decidere a quel punto di non smettere più.  Nel 2019 pubblica con Peermusic Italy e Factory Flaws il suo EP d’esordio: “Ruins”. L’EP, scritto e cantato in inglese, desta l’apprezzamento di critica e pubblico, permettendole di suonare un po’ ovunque in giro per l’Italia. Tra gli altri, calca i palchi di MI AMI Festival, Linecheck Festival e il Liverpool Sound City (UK), come giovane promessa che attende d’essere mantenuta. Anche da quest’intenzione e da una risposta che sente necessaria, nasce il nuovo capitolo del progetto, tutto in italiano, pubblicato da Asian Fake.

Il cambiamento viene dall’esigenza di esprimersi e svelarsi fino in fondo, comunicando nella stessa lingua con cui pensa, parla, vive quotidianamente. La direzione musicale è condotta insieme al produttore e compositore Francesco Fugazza, affiancato dal fratello Marco Fugazza, batterista e produttore. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it