Il mondo fantasy di Lyra torna ne "Il regno segreto"

Il mondo fantasy di Lyra torna ne “Il regno segreto”

Il 5 novembre arriva il secondo capitolo del "Libro della Polvere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sono trascorsi ormai dieci anni dalle avventure di “Queste oscure materie”, ma la guerra tra fazioni per la Polvere non è finita. Le avventure di Lyra Belacqua tornano in “Il Regno Segreto”, secondo volume della saga del “Libro della Polvere” dello scrittore britannico Philip Pullman, in libreria con Salani Editore dal 5 novembre.

Dopo anni di attesa, con la nuova trilogia, l’autore de “La bussola d’oro” torna nel sontuoso mondo allo stesso tempo familiare e straordinario di Queste oscure materie; un’avventura imponente in luoghi evocativi e indimenticabili ma anche uno sguardo stimolante su cosa significhi capire se stessi, crescere e dare un senso al mondo che ci circonda, qualunque esso sia.
Nel Regno Segreto incontriamo di nuovo Lyra Belacqua, quando ormai è diventata più grande, ma anche più disincantata e disillusa. In questo attesissimo sequel, Lyra, ora ventenne, scoprirà luoghi dell’anima e del mondo di cui non aveva mai nemmeno immaginato l’esistenza e dovrà superare prove inattese e difficili che metteranno a dura prova il rapporto con il suo inseparabile daimon, Pantalaimon. Nel grande, rocambolesco viaggio che li attende sarà coinvolto anche Malcolm, che nella Belle Sauvage era un ragazzino con una barca e la missione di salvare una neonata dall’alluvione, e ora è un uomo con un forte senso del dovere e il desiderio di fare ciò che è giusto. Una nuova, grandiosa avventura che si spinge oltre i confini di Oxford, attraverso l’Europa fino in Asia, alla ricerca di ciò che è stato dimenticato: una città creduta impossibile, un segreto nel cuore del deserto, il mistero della Polvere e una guerra tra fazioni sconosciute.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it