Scuola. Trasgredire, Connettere, Trasformare: il convegno internazionale online

Scuola. Trasgredire, Connettere, Trasformare: il convegno internazionale online

Organizzato da Erickson il 13 e 14 novembre, in collaborazione con Rizzoli Education, Oxford University Press e Fondazione Mondo Digitale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Trasgredire, Connettere, Trasformare è il titolo del terzo convegno Internazionale organizzato da Erickson il 13 e 14 novembre (in streaming), in collaborazione con ‘Rizzoli Education’, ‘Oxford University Press’ e ‘Fondazione Mondo Digitale’: due giornate di incontro e dialogo con professionisti del mondo della scuola e della formazione, per riflettere sui molteplici significati dell’innovazione e della promozione di una didattica efficace per sviluppare le competenze degli studenti, favorendo il confronto, la partecipazione e l’inclusione.

Lo scenario dell’anno scolastico che stiamo vivendo e le difficoltà che accompagnano la costante riorganizzazione della didattica tra presenza e distanza ci hanno lasciato poche certezze. Una di queste è senza dubbio l’importanza di interrogarsi sui valori fondamentali dell’essere e fare scuola e su come promuovere una scuola innovativa che sia equa ed efficace per tutti, rispettando e valorizzando le differenze di tutti gli alunni.

“La didattica a distanza ha svelato alcune fragilità della scuola italiana, la mancanza di equità prima fra tutte. Nonostante i 40 anni di inclusione, anni di scuola per tutti sotto a uno stesso tetto, ci sono stati studenti con disabilità isolati, ragazzi e ragazze che erano a rischio abbandono e che nel frattempo hanno abbandonato. In una scuola più equa, più inclusiva e più partecipata, è indispensabile trasformare il ‘sostegno’ tradizionale in una serie di interventi dinamici e condivisi dall’intera classe, in cui siano le risorse di ciascuno a circolare e a essere messe a disposizione di tutti” –commenta Dario Ianes, docente di pedagogia e didattica dell’inclusione e co-fondatore Erickson.

In questi mesi, tutti quanti noi ci siamo trovati di fronte all’evidenza del ruolo fondamentale che la scuola ha nello sviluppo educativo, culturale e sociale per le nuove generazioni; un’evidenza troppo spesso data per scontata. Per questo è importante interrogarsi e trovare soluzioni per sviluppare un sistema formativo integrato che utilizzi anche gli ambienti digitali come spazio di crescita e confronto.

Nell’ambito di questo scenario, sono tre le parole chiave che caratterizzano il Convegno. Saranno numerosi gli interventi dei relatori della più varia estrazione, da insegnanti e docenti a pedagogisti, scrittori, ricercatori, formatori, comunicatori, esperti di fama nazionale e internazionale, provenienti da ambiti diversi, che porteranno al Convegno le loro esperienze per offrire spunti e riflessioni, fra i quali: Derrick De Kerckhove, Hervé Tulle, Sarah M. Howell, Vanessa Reilly, Alberto Pellai, Igiaba Scego, Francesco Tonucci, Claudia Giudici, Giulia Orecchia, Daniela Lucangeli, Maria De Biase, Gianluca Daffi, Dario Ianes, Roberto Maragliano, Monica Guerra, Camillo Bortolato, Andrea Lupi, Sonia Coluccelli, Luca Mori, Quinto Battista Borghi, Monica Lanfranco, Alessandra Falconi, Laura Biancato, Elisabetta Nigris.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it