La Scuola d'Europa a Ventotene non si ferma

La Scuola d’Europa a Ventotene non si ferma

Inizia oggi il ciclo di formazione sulla cittadinanza attiva europea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Conferenze, incontri e dibattiti per diffondere la conoscenza della politica e delle istituzioni europee fra le giovani generazioni. La Scuola d’Europa non si ferma neanche quest’anno, ma alternerà le lezioni online a quelle in presenza nella scuola ‘Altiero Spinelli’ di Ventotene e nell’istituto ‘Dante Alighieri’ di Formia. Il ciclo di lezioni sull’educazione alla cittadinanza attiva in una prospettiva europea inizia oggi con il corso ‘Essere cittadini europei’, di Claudio Di Maio dell’Università della Calabria, dalle 15.30 alle 17.30. Ogni martedì e giovedì, fino al 17 dicembre, si terranno delle conferenze sulla storia e la politica dell’Unione Europea, dall’integrazione alla sostenibilità ambientale, dal diritto d’asilo alla progettazione europea.

La Scuola d’Europa è un progetto internazionale che coinvolge le giovani generazioni con la partecipazione di ragazzi di nazionalità diversa nella fascia d’età 15-18 anni ed è realizzato in convenzione con il Comune di Ventotene. La Scuola è promossa da ‘La Nuova Europa’, un’associazione senza fini di lucro fondata da Roberto Sommella nel 2015 “con lo scopo di promuovere l’informazione e il dibattito culturale e politico intorno al ruolo dell’Europa e delle istituzioni europee, orientandoli ai temi della solidarietà e dell’integrazione tra i popoli quali linee evolutive del cammino della storia di questo continente”, come si legge sul sito dell’associazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it