Supreme, il gruppo VF acquista il 'king' tra i brand dello streetwear

Supreme, il gruppo VF acquista il ‘king’ tra i brand dello streetwear

L'azienda possiede anche Vans e The North Face
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – VF Group acquisterà Supreme, ormai diventato il re dei brand dello streetwear amatissimo dai ragazzi, per 2,1 miliardi di dollari (1,7 miliardi di euro) entro la fine del 2020.

Il colosso dell’abbigliamento sportivo – proprietario anche di Vans, The North Face, Eastpack, Timberland e dell’italiano Napapijri – ha promesso che Supreme aumenterà le sue entrate di almeno 500 milioni di dollari entro il 2022 ed ha garantito che il fondatore James Jebbia (soprannominato lo ‘Chanel dello streetwear’) resterà a far parte del marchio.

Inoltre, VF ha acquisito le quote di Good Partners e Carlyle Group, nota per aver rilanciato il marchio Moncler.

VF conferma ancora una volta il suo ottimo fiuto per gli affari, in particolar modo in questo periodo in cui le aziende stanno soffrendo la crisi economica dovuta dal Corovanirus.

LA STORIA DI SUPREME

Sfondo rosso, scritta bianca. Così si presenta il marchio di Supreme: un chiaro omaggio al celebre album del jazzista John Coltrain ‘A love supreme‘.

Supreme è stato creato da James Jebbia, classe ’63, inglese e una breve carriera da baby star nelle tv britannica. All’età di 19 anni si è trasferito a New York ed ha fin da subito iniziato a ‘masticare’ lo streetwear lavorando per Stüssy. 

Il primo negozio di Supreme è stato aperto a Lafayette Street nel centro di Manhattan nel 1994. È stato progettato con gli skater con un design unico per il layout dello store: organizzando i vestiti intorno al perimetro del negozio, un grande spazio centrale è consentito all’entrata degli skater. Nel 2004 è stato aperto un secondo negozio sulla North Fairfax Ave a Los Angeles, in California, che è quasi il doppio della dimensione dell’originale negozio di NYC. Altri negozi furono aperti a Parigi nel marzo 2016, a Londra nel settembre 2011, infine in Giappone ci sono negozi a Tokyo (Harajuku, Daikanyama & Shibuya), Nagoya, Osaka e Fukuoka. Giovedì 5 ottobre 2017 Supreme ha aperto il suo secondo negozio a New York, nello specifico nel quartiere di Brooklyn. È il caso di dirlo: Jebbia ha rivoluzionato il mondo dello streetwear. 

Il successo di Supreme è dettato anche dalle varie collaborazioni con altri marchi: primo fra tutti quello con Louis Vuitton.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it