Torna in versione digital il National Geographic Festival delle Scienze

Torna in versione digital il National Geographic Festival delle Scienze

Mercoledì 11 e venerdì 13 novembre due nuovi appuntamenti online
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Il National Geographic Festival delle Scienze – digital torna con nuovi appuntamenti dedicati a chiunque abbia voglia di conoscere le diverse e affascinanti sfaccettature del mondo scientifico, attraverso incredibili scoperte e sfide. 

Qual è il rapporto tra ambiente, pandemia, ricerca e sviluppo tecnologico? In che modo la telemedicina può cambiare la vita delle zone più isolate del Pakistan? Sono questi i temi al centro dei due nuovi appuntamenti in programma mercoledì 11 e venerdì 13 novembre. 

«Grazie al prezioso supporto dei nostri partner e degli enti di ricerca – spiega Vittorio Bo, direttore del National Geographic Festival delle Scienze – stiamo scoprendo straordinarie storie che uniscono scienza e umanità, esplorando le frontiere della ricerca, approfondendo opportunità inedite che possono cambiare profondamente e in meglio il nostro futuro. Nuove speranze, ma anche esempi concreti e attualissimi che ci aiutano a comprendere il presente e l’importanza dello sviluppo scientifico nelle nostre vite.»

Mercoledì 11 novembre, ore 18:00 – Sezione “Rolex Awards” – Il futuro della telemedicina: la speranza della salute per tutti Con Sara Saeed Khurram, Rolex Awards for Enterprise Associate Laureate

Saeed è co-fondatrice e CEO di Sehat Kahani, un servizio che collega le dottoresse domiciliari a persone in comunità svantaggiate con un servizio a basso costo tramite la telemedicina (e-health) in Pakistan, Paese con oltre 200 milioni di abitanti, che per la metà non hanno accesso all’assistenza medica. Nell’aspra regione collinare del Pakistan rurale infatti, i medici sono pochi e quasi la metà delle famiglie non riceve cure mediche sufficienti, mentre nelle città migliaia di dottoresse altamente qualificate restano a casa, impossibilitate a esercitare la propria vocazione. Sara Saeed sta affrontando entrambi i problemi con l’aiuto della tecnologia, offrendo una soluzione innovativa al problema dell’assistenza sanitaria, che ha il potenziale di poter essere applicata in molte comunità remote nel mondo.

Venerdì 13 novembre, ore 18:00 – Sezione “Intervista con il Direttore” – Presente e futuro della tutela ambientale Con Stefano Laporta, Presidente ISPRA e SNPA, in dialogo con Marco Cattaneo, Direttore di National Geographic Italia e Vittorio Bo, Direttore del Festival

In collaborazione con ISPRA – Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale

Accompagnato da Vittorio Bo, il Direttore di National Geographic Italia Marco Cattaneo dialoga con Stefano Laporta, Presidente di ISPRA e di SNPA (Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente), per analizzare i dati e le tendenze dello scenario attuale e futuro della tutela ambientale in Italia e in Europa e per raccontare il ruolo della ricerca e della divulgazione scientifica, a partire dal ruolo di ISPRA nel corso dell’emergenza sanitaria.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it