Al secondo mese purtroppo ho perso il bambino, ho paura di riprovarci…

Cari esperti,
mi chiamo Elena e ho 29 anni. Qualche mese fa sono rimasta incinta, ma al secondo mese purtroppo ho perso il bambino, con il mio compagno abbiamo deciso di riprovarci, ma io ho tanta paura che possa andare male anche stavolta.
Vorrei cacciar via questi brutti pensieri, ma è veramente tanto difficile. Secondo voi dovrei rivolgermi ad uno psicologo?

 

Elena, 29 anni


Cara Elena,
il vissuto che ci porti, di dolore che stai attraversando ed il timore che possa riverificarsi, ci sembrano comprensibili rispetto alla tua esperienza. 
Come te molte altre donne vivono il concepimento accompagnate da emozioni intense ed ansie, soprattutto se si ha avuto un’esperienza di perdita spiacevole e dolorosa. 
E’ naturale che in questo momento prevalga la sofferenza, la paura, la perdita dell’idea, del progetto e della speranza che una gravidanza porta con sé. E’ forse necessario per te un tempo in cui poter dare ascolto a queste emozioni, per elaborare questa perdita.

Concediti del tempo, non aver paura di non sentirti pronta, ascoltati. La gravidanza prima di essere un’esperienza fisica è un’esperienza psicologica fatta di attesa e immaginazione, di desiderio e preparazione. Forse prima di dare di nuovo avvio a questo processo interno hai bisogno di fermarti un attimo a sentire il dolore e la paura; non temerli, solo concedendogli un posto dentro di te potrai fare spazio a nuove emozioni che verranno e che potranno dar vita ad un nuovo progetto.
Se senti che parlare di questi temi con una figura esperta come quella di uno psicologo potrebbe sostenerti nell’ elaborare la perdita e ristabilire un equilibrio interno vuol dire che potrebbe essere per te un passaggio importante da fare; forse hai bisogno di uno spazio protetto in cui tirar fuori ciò che stai provando.

Potrebbe essere importante anche condividere queste tue emozioni con il tuo compagno, affinché possiate insieme ricostruire il desiderio vigoroso di generare e tu possa percepire la serenità di un percorso a due, dove il sostegno reciproco potrà rafforzare l’intimità di coppia ed aiutarvi ad affrontare insieme ostacoli e traguardi che incontrerete insieme. 
Coltiva dentro te la speranza e non abbatterti!

Un caro saluto

21 Novembre 2020