È sempre stata una bambina un po’ timida fin dal primo anno.

È sempre stata una bambina un po’ timida fin dal primo anno…

Cari esperti,
sono Simona la maestra di Dalila una bambina di terza elementare. È sempre stata una bambina un po’ timida fin dal primo anno. Faticava ad entrare a scuola, spesso piangeva ma nel corso dei due anni precedenti le cose si erano normalizzate. Aveva comunque pochi amici in classe e ha sempre fatto difficoltà anche alla ricreazione nello stare e giocare con gli altri ma questo mi preoccupava relativamente. Da quando abbiamo ripreso la scuola a settembre la bambina all’entrata si lascia andare a pianti inconsolabili. Non c’è nulla che possiamo fare per calmarla se non farla venire a prendere dalla madre la quale ci dice che a casa è tutto ok. Non so più cosa fare perché non entra in classe da un mesetto circa e quando lo fa , dopo almeno un paio d’ore di pianto e li nel suo banco quasi terrorizzata ed è come se non ci fosse. Magari sbaglio io.
Grazie

Maestra Simona


Cara maestra,
comprendiamo le tue preoccupazioni, vogliamo subito tranquillizzarti dicendoti che di fronte ad una situazione del genere è naturale sentirsi preoccupati.
Non conoscendo bene la storia della bambina però, a quanto pare, a detta della madre le sue difficoltà si presentano solo nel contesto scolastico.
È fondamentale in questo momento tenere  in considerazione il periodo storico che stiamo vivendo a causa della pandemia che sta mettendo a dura prova tutti noi facendo emergere paure, debolezze, ecc….
Anche se difficoltoso lo stare in casa per mesi è stato comunque in un certo qual modo confortante, siamo stati tutti in un ambiente protetto, uscire poi per riprendere la scuola e le altre attività ha caratterizzato l’uscita da questa zona di confort che probabilmente richiede ora un nuovo adattamento e cambiamento. Per fare ciò è necessario darsi del tempo. E’ importante provare a rispettare i tempi della bambina.
Per questo il consiglio è quello di darti dei piccoli obiettivi quotidiani, senza caricarti di aspettative che finirebbero per frustrarti.  Se poi le cose non cambiano potresti parlarne con le colleghe di classe per capire che strada seguire, quali strategie poter mettere in atto affinchè si trovi una soluzione.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it