Libri. “Avanti tutta!”, quando la noia ti fa volare altissimo

L'inno all’immaginazione, all’amicizia e allo spirito d’avventura di Guia Risari e Daniela Iride Murgia. Un’incredibile ascensione alla scoperta del mondo

30 Novembre 2020

“Avanti tutta!” potrebbe essere il motto dell’anno, uno ‘slogan motivazionale’ da usare quando ci sentiamo soli, annoiati, impauriti. “Avanti tutta!” è invece il titolo – perfetto – del libro di Guia Risari illustrato da Daniela Iride Murgia: un inno all’immaginazione, all’amicizia, alla libertà e allo spirito d’avventura. Un’incredibile ascensione alla scoperta del mondo. Un viaggio per vedere dall’alto la realtà. 

Un giardino. Due singolari pali, lunghissimi, poggiati contro l’albero. La noia che spinge a provare qualcosa di nuovo e un pensiero fugace che si trasforma in azione. Eccolo lassù, arrampicato fino in cima a quei trampoli altissimi, a guardarsi intorno e osservare il mondo.

E dall’alto ammiro il paesaggio.
Si vedono i campi, il lago, la montagna.
Gli alberi paiono cespugli
e il cielo una goccia vicina.

Da questa prospettiva tutto sembra diverso e bellissimo. Un’esperienza simile va condivisa! Il cane è il primo a raggiungerlo, poi è la volta del papà e della mamma e di chiunque desideri accompagnarlo. Ci vuole coraggio per continuare il viaggio, fare spazio agli amici, avanzare verso l’orizzonte. Avanti tutta!

Pubblicato da Edizioni Corsare, il libro «Nasce, proprio come nel racconto, in una giornata un po’ noiosa. La noia non è vuoto – spiega Guia Risari – ma un mare da cui può scaturire qualunque cosa. Allora mi sono arrampicata sulla mia immaginazione e ho descritto quel che succedeva. Proprio come fa il protagonista, che sale sui trampoli e parte alla scoperta del mondo, portando con sé quelli che hanno voglia di accompagnarlo. La sua famiglia, il cane, gli amici, un marinaio, un vecchio pittore, una ragazzina cieca… Il racconto è un viaggio di esplorazione, fatto di grandi paesaggi ma anche di piccole cose, sfumature e, soprattutto, di nuovi orizzonti da condividere con chi insegue un sogno. Questo libro è un inno all’immaginazione, all’amicizia, alla libertà e allo spirito d’avventura. Tutte cose che non hanno mai fine»

«Per non abituarsi alla noia bisogna salire su dei trampoli che superano ogni principio di realtà – dice Daniela Iride Murgia – Per non rimanere soli, là in alto, su questi trampoli, bisogna convincere gli altri a raggiungerci, esattamente lì, dove altre cose sono possibili, altre soluzioni, altri modi di guardare, altri modi di vivere. Non è così difficile annusare una nuvola, quando si comprende che l’aria che respiriamo è fatta della stessa sostanza. Per salire su dei trampoli, anche su quelli più “piccoli”, ci vuole coraggio».

2020-11-30T13:26:47+01:00