Vorrei mantenere l’anonimato.Ho scoperto che mia moglie mi tradisce…

Cari Esperti, vorrei mantenere l’anonimato. Sono un papà e ho scoperto che mia moglie mi tradisce. I nostri figli ancora non sanno niente, ma io sono andato via di casa per qualche giorno perché non riesco neanche a guardarla in faccia.
Penso che il nostro matrimonio non possa più andare avanti dopo quanto accaduto e quindi dovremmo preparare i ragazzi all’eventuale separazione. Secondo voi dovremmo dire la verità rispetto al motivo della rottura tra me e mia moglie? Aspetto una vostra risposta, grazie.

Papà


Caro Papà,
comprendiamo il senso di smarrimento e preoccupazione per questa nuova situazione che dovrai affrontare ed il possibile senso di rabbia e delusione dovuti a quanto hai scoperto. Non deve essere facile ripensare alla propria vita, andar via di casa e far i conti con l’eventuale separazione, che implica nella maggior parte dei casi l’elaborazione di una chiusura, attraversando il dolore ad essa connessa. 
Quello che ci sembra importante è che possiate preparare i ragazzi solo quando sarete certi che questa è la soluzione definitiva per voi due e che non vi siano ulteriori possibilità di risanare il rapporto. Sarebbe auspicabile parlare sinceramente con loro, senza necessariamente approfondire i dettagli della coppia ma rinforzando la funzione genitoriale.  
Sappiamo che per i figli non è quasi mai semplice affrontare la separazione dei genitori e che hanno bisogno di tempo per ricostruire con ognuno nuovi spazi di dialogo e accettazione.  
Sarebbe importante che una volta presa una decisione,  tu possa trovare il modo per ritagliarti dei momenti di intimità con loro, e parlargli basandoti sulla forza del vostro legame e mai come occasione per allontanare, seppur involontariamente l’altro genitore, perché tutto questo potrebbe farli soffrire ulteriormente. 
Ci auguriamo troverai il modo per affrontare il tutto con consapevolezza ed un senso di autoefficacia. 
Un caro saluto! 

2 Dicembre 2020