Pillole di stile | Le slippers trendy del 2021 per lui e per lei

L'origine delle pantofole si perde nella notte dei tempi. Si dice che già nell’antica Etruria, le donne erano solite indossarle di panno in diversi colori

ROMA – Afferma un detto popolare: “Casa dolce Casa”. E in effetti, quando si pensa alle mura domestiche, l’idea che viene subito in mente è quella di calore, relax e comfort. Aggettivi questi, associati anche alle pantofole (slippers in inglese) che esprimono quel senso di libertà che si desidera una volta varcata la soglia di casa. Il lockdown ed il conseguente incremento di smartworking hanno altresì accentuato l’importanza di questo accessorio che, se prima, veniva indossato soltanto ad inizio e fine giornata, ora è diventato parte dei giornalieri home-working outfits sia in casa che fuori.

L’origine delle pantofole si perde nella notte dei tempi. Si dice che già nell’antica Etruria, le donne erano solite indossarle di panno in diversi colori quali verde, rosso o marrone. Scorrendo le lancette del tempo, troviamo segni di testimonianze scritte nel XII secolo, quando un ufficiale cinese si riferiva a calzature indossate da un vietnamita con
riferimenti che fanno pensare alle pantofole così come le intendiamo oggi. Interessante è il ruolo preciso che però quest’ultime ricoprivamo in Medio Oriente. Il sultano le indossava nei suoi harem per non rovinare i tappeti così come usava imporle alle sue concubine come simbolo di schiavitù. Nell’Occidente, le pantofole sembra siano arrivate solo nel’400, foderate di tessuti preziosi quali velluto e seta nonché decorate con pietre preziose, simbolo dello status di chi le indossava. Nel XIX secolo le pantofole si utilizzavano per il ballo, mentre il Principe Alberto, consorte della Regina Vittoria, rese celebri le cosiddette Prince Albert Slippers, pantofole in velluto indossate assieme allo smoking per le occasioni più formali. Ancora oggi, è possibile vederle ai piedi di molti gentlemen in diversi colori e stili.

Ai giorni nostri, la pantofola è diventata un accessorio apprezzato e scontato del nostro outfit casalingo ma i designers non hanno perso l’occasione di lanciare sul mercato modelli sempre più preziosi, dai materiali pregiati per rendere il nostro lavoro e tempo libero un’esperienza confortevole, e perché no, anche fashion, da poter sfoggiare anche per strada. Di seguito alcune novità sul mercato proposte da diversi marchi:

GUCCI – In occasione dell’anno cinese del Topo, su capi ready-to-wear e accessori della collezione ‘Cruise 2020’ il leggendario personaggio Disney è riproposto sotto forma di stampe colorate, patch ricamate e motivi jacquard (cit. gucci.com). Le pantofole Princetown sono assolutamente divertenti e costruite in tessuto GG Supreme (materiale a ridotto impatto ambientale), fodera in lana di agnello, suola in cuoio e punta allungata, in perfetto stile vintage. Se Topolino, non è un’alternativa di vostro gradimento, rimangono i modelli classici o coloratissimi tra cui scegliere visto che è stato un accessorio ricorrente in tutta la collezione ‘Cruise 2020’;

DOLCE & GABBANA – Una vera e propria comodità la ballerina crochet in lana interamente fatta all’uncinetto con
fiocco decorativo presentata da Dolce e Gabbana all’ultima sfilata autunno/inverno 2020;

CROCS – La società americana Crocs non si lascia invece affascinare dall’eleganza ma punta come sempre sul comfort, la praticità e l’innovazione del designer. In questa prospettiva è stato recentemente lanciato sul mercato il modello Neo Puff Slipper in divertentissimi colori che hanno il tallone pieghevole convertibile, la tomaia in nylon con imbottitura e suola esterna in poliuretano per una trazione superiore che la rende anche adatta per uscire.

2020-12-04T17:11:12+01:00