Un libro per vincere le paure: Edo e le paure di Terratetra

Un libro per vincere le paure: Edo e le paure di Terratetra

Edo è il piccolo protagonista del nuovo Tipitondi targato Tunué. Una coinvolgente storia di crescita e di vittoria sulle paure, ambientata in un mondo magico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Per il capitolo libri da mettere in agenda, è in uscita il 14 gennaio Edo e le paure di Terratetra di Marco Greganti e Alessandro Giampaoletti. Il nuovo Tipitondi targato Tunué racconta la storia del piccolo Edo che si trova scaraventato, suo malgrado, dove vivono le piccole paure tipiche di ogni bambino, è lì però che capirà, grazie alla forza dell’amicizia, della fiducia e della collaborazione che per superarle serve guardarle da un’altra prospettiva. Una coinvolgente storia di crescita e di vittoria sulle paure, ambientata in un mondo magico che, sulla scia de Il Mago di Oz, porterà Edo a tirare fuori il suo coraggio, affrontare strambi e golosi dinosauri, eccentriche bambole ninja, dentisti un po’ folli e ragnoni appassionati di cucina. Un libro per imparare che il modo migliore per combattere le nostre paure è farsele alleate.

IL LIBRO
Edo, un bambino non particolarmente coraggioso e Caterina, la sua piccola e vivace sorella, sono con la mamma in un centro commerciale. Durante una partita a nascondino nel parco per bambini del centro, la sorellina Caterina scompare nel nulla. Dove potrà essere finita? Edo si arma di coraggio e inizia la ricerca ma come mette il piede sull’ultimo gradino della scala mobile… puf! Si ritrova in una strana stanza, davanti a un gigantesco dinosauro. È Terratetra, un mondo fantastico e inquietante dove le paure prendono forma ma possono diventare preziose alleate da scoprire.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it