Scuola, 20mila studenti parlano d’Europa e cittadinanza

Presentato hackathon in collaborazione con il Future Food Institute
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Sono ventimila gli studenti che lunedì 14 dicembre hanno incontrato in diretta Antonio Parenti, rappresentante in Italia per la Commissione europea per parlare di cosa significa essere cittadini europei oggi. Dopo aver incontrato il mese scorso Marta Cartabia (presidente emerita della Corte costituzionale) l’appuntamento con Parenti conclude il secondo modulo di Cosmopolites, cominciato con la video lezione di Luigi Crema (università degli Studi di Milano).

Il progetto didattico gratuito Cosmopolites è realizzato da fondazione Euducation e associazione ApiS – Amore per il Sapere ed è dedicato al tema della cittadinanza europea, in collaborazione con partner di rilievo nazionale e rivolto a studenti e docenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado.

L’incontro con Antonio Parenti si è svolto con l’intento di comprendere il ruolo e il valore dell’Europa, da cui passa la ripartenza dell’economia italiana anche oltre la crisi dettata dalla pandemia e riscoprire l’importanza di concepirsi cittadini italiani ed europei nel 2020. È stato anche l’occasione per lanciare un hackathon digitale nazionale per gli studenti della scuola superiore, in collaborazione con il Future Food Institute le cui finali sono previste il 9 maggio, giorno in cui si celebra la festa dell’Europa.

Una maratona virtuale che vedrà coinvolti ragazzi, docenti, esperti e mentori provenienti da tutta Italia, con background culturali e competenze differenti riuniti per lavorare insieme, risolvere un problema e costruire un’idea per il futuro. Obiettivo finale: alimentare l’ecosistema, imparare a lavorare in squadra, scoprire il valore nella diversità, prototipare, testare, validare, fallire, ripartire e creare idee che generino un impatto positivo sulla comunità.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it