Ci vediamo all’uscita, un libro per tutti gli inguaribili nostalgici

Abbiamo incontrato su Zoom le autrici del romanzo, con il sogno nel cassetto di vedere le loro pagine prendere vita in una serie tv diretta da Matteo Rovere
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Alle amicizie nate tra i banchi di scuola, quelle che ancora oggi ci sono e non smettono mai di ricordarci chi siamo“, I trentenni.

ROMA – Un viaggio nei sentimenti (e non quello di ‘Temptation Island’, sia chiaro!) di un gruppo di studenti alla fine degli Anni 90 alle prese con la scuola, con la paura del futuro, con i primi amori, con le ‘prime volte’, con l’esame di maturità, con le corse in motorino, con le sere in discoteca, con l’amicizia, con i divorzi dei genitori e con l’assenza di questi. Senza dimenticare, i sogni, le preoccupazioni, le aspettative, la responsabilità, i diari da riempire, le risate, le gravidanze inaspettate e quella voglia matta di prendere a morsi la vita con un pizzico di incoscienza. A mettere nero su bianco la nostalgia per i ‘nineties’ ci hanno pensato Stefania Rubino, Ilaria Sirena e Silvia Rossi, autrici del progetto web I trentenni, nel loro secondo libro Ci vediamo all’uscita, nelle librerie e nei digital store con Sperling & Kupfer. Preceduto dal successo di ‘Hai detto trenta?‘, il trio con questo nuovo romanzo – scritto durante le difficoltà del primo lockdown – ci regala un viaggio nostalgico da assaporare tutto d’un fiato fatto non solo di rapporti umani ma anche della moda e dello spettacolo di quegli anni: dai Levi’s al Festivalbar, dai Green Day e gli 883 alle Rebook Pump, da ‘Jack Frusciante’ e ‘American Psycho’ ai Simpson, da Annalisa Minetti a Sanremo 1998 con le ciocche dei capelli leopardate a Robert Miles. E ancora, dalle collane choker ai film di Martin Scorsese, Pier Paolo Pasolini e Quentin Tarantino, dagli Oasis a ‘Trainspotting’. Un viaggio che i protagonisti del libro Marco, Maurino, Benedetta, Alice, Stefano, Paolo e Fabio compiono partendo con poche consapevolezze e arrivando alla fine di questo percorso cambiati, più grandi e più consapevoli. Una storia, perché no di formazione, al tempo stesso lontana e vicina che ci fa capire come, nonostante il tempo passi in fretta e le tendenze cambino, noi rimaniamo sempre noi. Forse più consapevoli di quello che eravamo e di quello che siamo.

Un lavoro di squadra e un lavoro di amicizia“. Lo definisce così Stefania durante la nostra intervista, in cui era presente anche Ilaria. Silvia per motivi personali non si è potuta collegare ma ci ha fatto una bellissima sorpresa via telefono per raccontarci del sogno di queste tre donne grintose e piene di passione. Il più grande desiderio delle ‘fantastiche tre’ è veder prendere vita le loro pagine negli episodi di una serie tv diretta da Matteo Rovere con protagonisti, tra i tanti, Andrea Arcangeli, Matilda De Angelis e Rocco Fasano. Alle musiche l’inguaribile romantico e nostalgico Tommaso Paradiso. 

Quando investi molto in un progetto, come nel caso de I trentenni, è giusto pensare in grande e sempre più in alto. Quando Ilaria, Stefania e Serena si sono incontrate erano precarie e con poche aspettative in tasca. Una sera, davanti ad un aperitivo, Ilaria ha avuto l’illuminazione e così è nato il blog itrentenni.com, attraverso cui il fantastico trio parla e affronta una generazione, che forse nessuno ha mai avuto l’intuizione e la pazienza, che richiede la ricerca, di raccontarla.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

LA SINOSSI DI ‘CI VEDIAMO ALL’USCITA’

Troppo spesso la vita non va come l’avevi immaginata. Nessuno lo sa meglio di Benedetta che, poco più che trentenne, si ritrova con il cuore a pezzi al funerale del fratello. Marco avrebbe voluto una cerimonia diversa, più allegra, magari con un coro gospel alla Sister Act. Marco che aveva sempre la risposta pronta. Marco che era un esempio per tutti. Marco che sembrava solido come una roccia. Accanto a Benedetta, ci sono gli amici di una vita: Alice, Stefano e Maurino. Sono sempre stati inseparabili, loro cinque, e non c’è niente che non sappiano l’uno dell’altro. O almeno così credono. Perché Marco nascondeva un segreto. Un segreto che ora non può essere taciuto e che rischia di travolgere tutti. Toccherà proprio a chi gli era più vicino tuffarsi in un viaggio nel passato, tornare indietro nel tempo e iniziare a ricordare. Le gite di classe e le canzoni degli 883, i primi amori e le cocenti delusioni, i cellulari grandi come cabine telefoniche e la voglia di spaccare il mondo: solo riavvolgendo il filo della memoria, Benedetta, Alice, Stefano e Maurino potranno scoprire, tra lacrime e sorrisi, la verità sul loro migliore amico. Uno straordinario omaggio agli anni Novanta, ai giorni spensierati dell’adolescenza e agli amici. Quelli veri, quelli che incontri tra i banchi di scuola e rimangono al tuo fianco per sempre. Qualunque cosa accada.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it