Mia figlia sta mettendo in atto diverse forme di aggressività a casa…

Salve,
sono la mamma di una bambina di prima media che da un po’ di tempo sta mettendo in atto diverse forme di aggressività a casa, soprattutto nei confronti del fratello più piccolo.
Spesso quando litigano gli alza le mani facendogli anche male. Più volte ho provato a parlarle ma sebbene sembra rendersi conto della situazione, quando qualcosa non va come vorrebbe, torna ad avere queste manifestazioni aggressive.
Come potrei aiutarla?

Maia


Cara Maia,
non conoscendo la vostra storia familiare e la fase di sviluppo che sta attraversando sua figlia possiamo avere una visione parziale e avanzare delle ipotesi dandole degli spunti di riflessione.
Da quanto tempo si verificano tali forme di aggressività? Si verificano solo nei confronti del fratello o anche fuori di casa, a scuola per esempio? Come è il clima in famiglia, vi sono tensioni? Ha notato se i cambiamenti comportamentali si sono registrati a partire dalla pandemia? 

I bambini e ragazzi possono risentire di tutte le paure, le ansie e le limitazioni che vengono imposte da questo periodo.
Bisogna anche tener conto che il passaggio dalle scuole elementari alle medie può esser delicato, a maggior ragione in questo preciso momento storico, per questo forse varrebbe la pena approfondire con i docenti il clima di classe ed il livello di integrazione e serenità di sua figlia.

Talvolta può succedere che se le emozioni non vengono sufficientemente elaborate e verbalizzate, si possano metter in atto comportamenti volti a scaricare la tensione interna.
Sarebbe opportuno provare a riparlarle, non solo chiedendole di non farlo più, ma provando a chiederle come si sente, se vi sono stati accadimenti che l’hanno turbata. 
Qualora questi comportamenti dovessero perpetuarsi le consigliamo di valutare  la possibilità di contattare la figura di uno psicologo che potrebbe aiutarvi a rintracciare l’origine di questa sofferenza, a scoprire il modo migliore per accogliere la richiesta di aiuto della ragazza e a superare il problema. 
Un caro saluto

19 Dicembre 2020