Paso Adelante sta per tornare? Ecco le parole di Lola (Beatriz Luengo)

I primi dettagli sul ritorno della serie spagnola

ROMA – Sei stagioni e 173 episodi in Italia (in Spagna 84) andati in onda in televisione dal 2002 al 2005. Si tratta di Paso Adelante (Un paso adelante, questo il titolo originale): la serie spagnola, amatissima in Italia, che ha animato i pomeriggi di moltissimi adolescenti con amori, passi di danza, relazioni sentimentali tormentate, drammi, musica e molto altro. Ora la celebre scuola di ballo e recitazione Carmen Arranz, dove si svolge la storia, potrebbe riaprire le sue porte con un remake della serie. A dare l’annuncio è stata Beatriz Luengo, interprete di Lola Fernández

#UPAvuelve!#Spoiler  Questa volta abbiamo trasformato la scuola di Carmen Arranz in una scuola per TikToker e abbiamo provato coreografie con le canzoni dei BTS 24 ore su 24, 7 giorni su 7, nel frattempo Lola è ancora innamorata di Pedro e ha una relazione segreta con Rober ….! Altre idee? 

#UPAvuelve! #Spoiler 🧨 Esta vez convertimos la escuela de Carmen Arranz en una escuela de Tik-Tok y nos dedicamos a grabarnos con canciones de BTS 24/7 mientras tanto Lola sigue enamorada de Pedro y este tiene una relación secreta con Rober….! ¿Alguna idea más? 🤪👇🏼 https://t.co/S10ZND6PzT

— Beatriz Luengo (@EsBeatrizLuengo) December 28, 2020

BEATRIZ LUENGO: ‘LA CASA DI PRODUZIONE HA LANCIATO L’AMO’

Non so se te lo posso dire! Sì, ce l’hanno chiesto. La casa di produzione ci ha chiesto come siamo messi con la nostra carriera in questo momento. Hanno ‘lanciato l’amo’“, ha dichiarato Beatriz Luengo ai microfoni di Cadena100. “Mi piacerebbe tornare, ma vorrei prima capire come vogliano impostare la sceneggiatura e come sviluppare il personaggio di Lola. Sono cambiata– ha continuato l’attrice – e vorrei prendere la decisione in base a quello che artisticamente sia coerente con la mia crescita personale“.

LA STORIA

La serie è incentrata sulle storie di alcuni ragazzi che frequentano la più famosa e importante scuola di ballo e recitazione di Madrid.

Lola Fernandez (Beatriz Luengo), una ragazza timida, vitale, responsabile e tenace. Ha grandissime doti nel canto e nella danza. Sin da piccola, dopo la perdita della madre, ha dovuto aiutare la propria famiglia (suo padre e suo fratello) e per questa ragione non ha stretto molte relazioni con i suoi coetanei. Fin dal primo giorno si innamora di Pedro, con cui però si metterà solo al terzo anno nella scuola. Prima avrà una relazione con Jero e un breve flirt con Pavel.

Pedro Salvador (Pablo Puyol), figlio di pescatori, che aspira a diventare un famoso ballerino. Egli crede che il ballo sia un modo per essere più disinibito e superare la timidezza che prova nei confronti delle ragazze. Provenendo da una famiglia modesta è costretto a lavorare per poter pagare le rette scolastiche. Si innamora prima dell’affascinante Silvia, poi ha una breve relazione con Marta e una cotta per Adela, la professoressa di danza classica, per poi finalmente capire che è Lola la ragazza per lui.

Roberto Arenales (Miguel Ángel Muñoz), è il settimo figlio di una famiglia agiata. I suoi genitori sono stati poco affettuosi e comprensivi nei suoi confronti e, a causa di questa situazione, Rober tenta di richiamare l’attenzione su di sé in qualunque modo. È un seduttore ed un impulsivo e vuole essere sempre al centro della scena. Dietro l’arroganza manifestata, si nasconde invece un ragazzo vulnerabile ed insicuro. Il suo ingresso alla scuola è frutto di una decisione improvvisa: dopo aver scoperto di essere portato per la carriera artistica, Roberto ha immediatamente abbandonato la famiglia che lo ostacolava. I genitori ed in particolare il padre consideravano, infatti, questo hobby per le arti sceniche come il frutto di un capriccio momentaneo.

Ingrid Muñoz (Silvia Marty) è una ragazza dal carattere forte e vivace. Anche se ha vissuto situazioni difficili (madre ricoverata in un ospedale psichiatrico, trova il padre solo durante il secondo anno alla scuola), la scuola le sta permettendo di realizzare i suoi sogni. Ingrid si sente spesso un’eterna seconda, la sostituta di qualcuno, e fatica a credere in sé stessa. Ha una storia travagliata con Juan, il professore di canto.

Silvia Jàuregui (Mónica Cruz) è una ragazza all’inizio introversa e molto snob. Viene considerata la migliore ballerina della scuola- eccelle in danza classica e flamenco- ed è anche nipote della co-direttrice Alicia. Sua madre era una ballerina professionista e suo padre direttore d’orchestra. Da piccola ha viaggiato molto per seguire i vari spostamenti dei genitori. Inizialmente viene isolata dai compagni perché accusata di essere raccomandata. Suo padre muore durante la sesta serie, lasciandola ereditiera di un immenso patrimonio. Silvia ha una breve relazione con Pedro, poi con Rober, da cui rimane incinta (ma ha un aborto spontaneo danzando) e con Pavel, oltre ché col suo ex Alvaro, che le causerà anche guai con la giustizia.

Marta Ramòs (Dafne Fernández), eccellente ballerina di danza classica, sorella di Adela, entra nella scuola un anno dopo gli altri. Ha una storia con Pedro e poi con Rober. Durante il suo primo anno nella scuola soffre di bulimia, facendo preoccupare molto sua sorella. All’ultimo anno scopre di avere una grave malattia cardiaca, che prima ignora per paura, ma che poi affronta con la vicinanza di Rober e dei genitori, facendosi operare.

Jero Juiz (Raul Peña), è un musicista e autore di canzoni, ed è pronto a tutto per il successo. Si innamora prima di Lola, con cui si mette insieme, tradendola poi però con Erika.

Fondamentale nella serie è anche la presenza dei professori che, spesso e volentieri, intrecciano le proprie vite con quelle degli studenti.

Punto di riferimento per tutti i personaggi è Carmen Arranz (Lola Herrera), direttrice della scuola, ex attrice teatrale, dal carattere rigido ma molto saggio.

Adela Ramòs (Natalia Millán) è la professoressa di danza classica della scuola. È severa ma molto amata da tutti. Ha avuto un passato molto difficile che non riesce a dimenticare e, per questo motivo, è diventata alcolizzata. A causa di un incidente, ha perso la possibilità di diventare una ballerina di successo.

Diana De Miguel (Beatriz Rico) è la professoressa di danza moderna, ma spera sempre di sfondare nel mondo dello spettacolo.

Juan Taberner (Alfonso Lara) è il professore di musica. Ama la vita sregolata dei cantanti ma il lavoro presso la scuola lo riporta a condurre una vita più ordinata e responsabile. A volte passa le notti componendo canzoni o suonando. Si considera molto indipendente e allergico alle regole. È stato fidanzato con Diana.

Cristobal Soto (Victor Mosqueira) è l’insegnante di recitazione. Spesso inventa metodi alternativi per avvicinare i ragazzi al mondo del teatro. È convinto che la diversità delle persone sia la loro forza.

Gaspar Ruiz (Jaime Blanch), insegnante di storia del teatro, è un tipo molto rigido e metodico. Dopo essere stato abbandonato dalla moglie, decide di andare a vivere con Juan e Cristobal.

Antonio Milà (Pedro Peña) è l’inserviente ed è anche la memoria storica della scuola. Possiede un ricordo di ogni studente. Ascolta pazientemente tutti i problemi degli alunni e considera la scuola come la sua grande famiglia, perché, in realtà, è l’unica che ha.

Completano il cast Asier Etxeandía nei panni di Benito “Beni” López, Raul Peña in quelli di Jeronimo “Jero” Juiz, Toni Acosta in quelli di Jacinta “JoJo” Jiménez, Fabián Mazzei in quelli di Horacio Alonso, Esther Arroyo in quelli di Irene Miró, Juan Echanove in quelli di Mariano Cuéllar, Fanny Gautier in quelli di Alicia Jáuregui, Marta Ribera in quelli di Eva Ruiz, Edu del Prado in quelli di César Martìn, William Miller in quelli di Nacho e Chiqui Fernández in quelli di Puri Lacarino.

LA SIGLA

2021-01-04T13:29:35+01:00