Amici 20, Deddy pubblica il video di ‘Il cielo contromano’

Ecco il testo del brano
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Deddy, al secolo Dennis Rizzi, ha pubblicato il videoclip de Il cielo contromano, auto-prodotto dall’allievo della scuola di Amici di Maria De Filippi e girato negli studi televisivi del talent show di Canale 5.

Il cantautore di Torino, classe 2001, è entrato nella scuola vincendo il banco contro Giulia Musca. I suoi inediti sono già un successo tanto che il noto produttore Michele Canova gli ha prodotto Il cielo contromano e lo scorso 20 ottobre ha pubblicato il suo primo album su Spotify dal titolo Forti e Fragili, che ha raggiunto, prima dell’ingresso ad #Amici20, i 50mila ascolti.

ECCO IL VIDEO

IL TESTO

Con i tuoi discorsi al mare ci scriverò un diario
Perché l’inchiostro a volte serve solo a ricordare
Mentre io mi ricordo soltanto le mie paranoie
Ma non mi frega niente delle stelle no
Gli occhi mi fanno male ancora bruciano
Aspetto di vederti all’improvviso
Senza un motivo perché
Lo sai bene

Tutte le volte mi perdevo
Con gli occhi chiusi ad un semaforo
Sognavo di essere un aereo
Sfidavo il cielo contromano insieme a te
Che ti fai male, non sai volare
Proteggerti mi viene naturale
E mi stringevi ad ogni decollo invece adesso
Chi stringi adesso

Abbiamo perso tutto l’entusiasmo
Hai fermato gli orologi quando ero distratto
Vedi cambiano colore le pareti
Quando la luce e il buio incontrano i pensieri
Ma non mi frega delle stele, no
Gli occhi mi fano male ancora bruciano
Aspetto di vederti ma non sei tu
Non sembri più tu

Tutte le volte mi perdevo
Con gli occhi chiusi ad un semaforo
Sognavo di essere un aereo
Sfidavo il cielo contromano insieme a te
Che ti fai male, non sai volare
Proteggerti mi viene naturale
E mi stringevi ad ogni decollo invece adesso
Chi stringi adesso

Abbiamo perso tutto l’entusiasmo
Hai fermato gli orologi quando ero distratto
Tu non dirmelo se poi ti manco
Io non ti dirò se adesso piango
E noi lo abbiamo fatto qualche sbaglio
Ma questo proprio non me lo aspettavo
Ma questo proprio non me lo aspettavo

Tutte le volte mi perdevo
Con gli occhi chiusi ad un semaforo
Sognavo di essere un aereo
Sfidavo il cielo contromano insieme a te
Che ti fai male, non sai volare
Proteggerti mi viene naturale
E mi stringevi ad ogni decollo
Invece adesso, invece adesso
Chi stringi adesso, chi stringi adesso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it