Tutto Rodari dalla A alla Z

Electa dedica il secondo titolo della nuova collana 'Enciclopedia' al più noto inventore di favole e filastrocche senza tempo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

​Roma – #Rodari100 è stato uno degli hashtag più cliccati del 2020, anno in cui il mondo della letteratura, dell’arte e della poesia ha ‘festeggiato’ i cent’anni dalla nascita di Gianni Rodari. Eventi (perlopiù online), raccolte e mostre hanno celebrato il genio del giornalista e poeta che, ancora oggi, continua a fare felici generazioni di lettori di ogni età. A conclusione del centenario, la casa editrice Electa gli dedica Rodari A-Z, il secondo titolo della nuova collana Enciclopedia. Una sequenza di voci correlate e indipendenti che, insieme a una biografia illustrata con fotografie, copertine di libri e disegni, restituiscono il profilo e la storia del più noto inventore di favole e filastrocche senza tempo.

Non è facile conoscere a fondo la figura del grande intellettuale del secolo scorso: Rodari poeta, giornalista, autore per il teatro, per la radio e la televisione, dalla parte dei bambini dagli anni Cinquanta fino ad oggi. Fantasioso editorialista, ironico polemista, grande riformatore della scuola, attento osservatore del rapporto fra grandi e piccoli, nonché esploratore della letteratura e artefice di racconti incantati che hanno affascinato molte generazioni.

Rodari A-Z è un omaggio al suo genio, alla sua infinita generosità, alla sua grande umanità nella vita e nella scrittura. Composto da 84 voci scritte da 56 autori, il volume ambisce a mostrare quanto il mondo (della cultura, della scuola, della politica) sia diventato più ricco anche grazie alla relazione col meraviglioso Gianni Rodari.

«Rodari A-Z – spiegano i curatori Pino Boero e Vanessa Roghi – è un invito ad un cambio di prospettiva. Abbiamo pensato che Gianni Rodari non dovesse essere guardato con una lente di ingrandimento ma semmai con un cannocchiale, da lontano».

Galassia, costellazione, oceano, mondo Rodari: artefici dell’esplorazione sono maestri, professori, pedagogisti, giornalisti, intellettuali ed accademici; ognuno si è mosso lungo una rete di coordinate che, intrecciandosi, passano dai suoi personaggi fantastici, ai colleghi e maestri, dal mondo dell’editoria e dell’infanzia, a quello della militanza politica, dai luoghi della vita e del lavoro, alle passioni per i libri e le riviste.

«Ecco – continuano i curatori – a noi sembra che nascano sempre nuovi motivi di interesse e di cose da dire su Gianni Rodari, e che l’oceano Rodari sia attraversabile soltanto insieme, con un lavoro collettivo, polifonico. A Rodari, ne siamo certi, sarebbe piaciuto».

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Fabrizia Ferrazzoli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it