Scuola, Rete Studenti Medi del Lazio: “Lavoriamo con istituzioni per rientro in sicurezza”

Oggi azioni dimostrative davanti molti istituti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Una serie di azioni dimostrative davanti alle scuole per spiegare le ragioni dello sciopero dalla Dad e chiedere un rientro in sicurezza al più presto. Oggi gli studenti e le studentesse di Roma e del Lazio, insieme a tutti gli studenti d’Italia, si mobilitano per continuare a tenere alta l’attenzione sui problemi della scuola.

“Nonostante i tanti interventi messi in campo per garantire le condizioni di sicurezza necessarie per il rientro, si conferma il problema strutturale della scuola italiana- dichiarano i rappresentanti della Rete degli Studenti Medi del Lazio- Decenni di tagli sulla scuola hanno privato il mondo dell’istruzione degli strumenti necessari per combattere appieno una pandemia che già di per sé costituisce una situazione assolutamente straordinaria. La didattica a distanza è uno strumento emergenziale che sul lungo termine aumenta le disuguaglianze e rende più difficile l’accesso al diritto allo studio per tutte e tutti”.

Per questo gli studenti hanno organizzato questa mattina delle azioni dimostrative davanti ai propri istituti, per rivendicare la centralità della scuola.

“La crisi sanitaria è un dramma- dichiarano– ma anche un’occasione per rimettere al centro i veri settori prioritari del paese, a partire proprio dalla scuola. Sono necessari investimenti strutturali ed è necessario ripensare il mondo della scuola a partire da chi lo vive quotidianamente nelle classi”.

Rispetto al confronto con le istituzioni, i rappresentanti degli studenti si dicono soddisfatti dei tavoli aperti in sede regionale.

“Risulta in questo senso prezioso il confronto avuto pochi giorni fa con la Regione Lazio e l’assessore alla Scuola Claudio Di Berardino, che ci ha assicurato che ci sarà un piano per i trasporti efficiente e funzionante, in aggiunta al progetto ‘Scuola Sicura’ che consente a tutte le ragazze e i ragazzi di prenotarsi per fare gratuitamente il tampone rapido presso la rete dei drive-in della Regione. Il lavoro sinergico fra istituzioni e comunità scolastica in una fase così delicata è uno degli elementi fondamentali per garantire al più presto il rientro in presenza e in sicurezza che tutti ci auspichiamo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it