Scuole, ecco come hanno riaperto nel resto d’Europa

La maggior parte è ripartita nonostante l'aumento dei contagi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – In Italia il dibattito sulla riapertura delle scuole si fa sempre più aspro ma come si sono comportati gli altri Stati? Ecco una panoramica dei principali Paesi europei e non. Il Regno Unito ha chiuso le scuole primarie e secondarie, fatta eccezione per gli studenti vulnerabili o i figli di lavoratori essenziali, e ha annullato la maggior parte degli esami. 

In Olanda l’apertura delle scuole è stata posticipata oltre il 18 gennaio mentre in Germania il Governo ha rinviato la riapertura almeno fino al 31 gennaio. In Francia, più di dodici milioni di studenti delle scuole materne, primarie e secondarie sono tornati in classe lunedì 4, così come in Belgio. In Spagna, in diverse comunità gli studenti sono già tornati in aula il 7 gennai. 

Asili ed elementari hanno riaperto all’inizio di questa settimana  in Grecia, dopo otto settimane di chiusura, mentre il Portogallo, dove le lezioni sono riprese lunedì scorso, non prevede di chiudere le scuole nonostante si prepari ad un nuovo lockdown. L’Austria ha ripreso la didattica a distanza il 7 gennaio e la Repubblica Ceca la manterrà almeno fino al 22 gennaio. Russia, Croazia, Slovenia e Slovacchia hanno deciso di prolungare le vacanze di Natale fino al 18 gennaio e non è stato ancora deciso se dopo quella data gli studenti torneranno in classe.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it