Tg Scuola – edizione del 15 gennaio 2021

Si parla di: Riaperture; Povertà educative; Cambiamento climatico; Fiera Didacta; Autismo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Riaperture in ordine sparso per le superiori
Doveva essere il giorno del rientro tra i banchi per gli studenti delle scuole superiori, ma l’11 gennaio si è trasformato nel giorno delle mobilitazioni. A tornare in classe, infatti, sono stati solo gli studenti di Toscana, Abruzzo e Valle d’Aosta. Per gli altri, invece, la didattica a distanza è proseguita per tutta la settimana. Mobilitazioni e proteste si sono accese nelle piazze di tutta Italia. A Viale Trastevere, un gruppo di studenti ha manifestato sotto il Palazzo dell’Istruzione per chiedere un rientro sicuro in classe. Lunedì dovrebbero tornare a scuola gli studenti di Lazio, Liguria, Molise, Piemonte e Puglia. Per tutti gli altri la campanella dovrà ancora aspettare.

Scuola, Ministero e Terzo settore insieme contro povertà educative
Offrire sostegno ai minori realizzando attività gratuite in quartieri svantaggiati per contrastare la dispersione scolastica. È l’obiettivo dell’intesa siglata tra il ministero dell’Istruzione e le realtà del Terzo settore e dell’associazionismo. Uno sforzo che nasce dalla consapevolezza che a pagare il prezzo più duro della crisi sono gli studenti svantaggiati, ha detto durante la conferenza stampa la ministra Azzolina. Per attuare i progetti, il ministero ha messo a disposizione 118 milioni di euro. Saranno coinvolti nel programma anche Unicef Italia, Save the Children, l’Associazione Maestri di Strada Onlus, Donne Impresa Coldiretti e il Forum Nazionale Terzo Settore.

Studenti ‘ambasciatori’ per contrastare il cambiamento climatico
Un concorso rivolto agli studenti degli istituti agrari per porre l’attenzione sulla gravità della crisi climatica. È l’iniziativa promossa da Citynews in collaborazione con diregiovani.it per far emergere quanto sia serio il problema del cambiamento climatico e come impatta negativamente sulle nostre vite. Per partecipare, studenti e studente dovranno produrre un video di massimo due minuti per raccontare quali tecniche o tecnologie contribuiranno a migliorare la qualità della vita delle generazioni future. “Credo fortemente che lo studente di un istituto agrario abbia un DNA speciale, rivolto a tutto ciò che è green e sostenibile. I ragazzi sono le nostre sentinelle dell’ambiente”, ha commentato Patrizia Marini, dirigente scolastica dell’ITA ‘Sereni’ di Roma e presidente della Rete Renisa.

Fiera Didacta, Concia: “Al centro futuro e nuove generazioni”
Sarà il futuro, uno dei temi centrali di ‘Fiera Didacta’ 2021. “Un futuro che ci stimola a dare il meglio mettendo al centro le necessità delle nuove generazioni”, ha spiegato in un video Anna Paola Concia, coordinatrice del comitato organizzatore di ‘Didacta’. Quest’anno la fiera si terrà online, dal 16 al 19 marzo. Formazione, futuro, innovazione, esperienza: queste le parole chiave dell’edizione 2021. “Con la pandemia, il futuro è piombato nelle aule spazzando via il passato, è diventato presente. Dobbiamo sperimentarlo e migliorarlo; per farlo, dobbiamo tenere ragazzi e ragazze al centro dello sforzo appassionato di insegnanti, ricercatori, imprenditori. Il futuro del paese non si costruisce senza la scuola”, ha aggiunto ancora Anna Paola Concia.

Autismo, partono oggi le giornate formazione gratuita IdO per insegnanti
‘Autismo, un approccio integrato alla complessità del problema nel contesto scolastico’. È questo il titolo del percorso formativo gratuito per le scuole, promosso dall’Istituto di Ortofonologia (IdO) e dedicato agli insegnanti, che prende il via oggi. “Si tratta di quattro giornate di formazione che nascono dall’esigenza dei docenti stessi di approcciarsi ai bambini con disturbi dello spettro autistico- spiega Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell’IdO, sottolineando che il percorso- ha origine quindi dalle richieste di aiuto del corpo docente pervenute all’Istituto di Ortofonologia. Con questa iniziativa cercheremo di dare corpo a una risposta sia teorica che  pratica”.

Droghe, il 36,4% dei giovani ha fumato cannabis almeno una volta per curiosità
Studenti e studentesse da tutta Italia hanno risposto ad alcuni quesiti sul tema della dipendenza da sostanze. Il sondaggio, proposto da diregiovani.it, verte su atteggiamenti e pensieri che i giovani studenti italiani hanno in merito all’uso e alla dipendenza da sostanze stupefacenti.  I ragazzi e le ragazze che hanno risposto hanno tra i 14 e i 19 anni e sono iscritti a scuole secondarie di secondo grado. Il 76% dei rispondenti frequenta un liceo, mentre il restante 24% è iscritto a un istituto tecnico o professionale.

Dalle scuole

Istituto Galilei di Crema
Al via il ciclo di incontri di giornalismo nell’ambito del progetto ‘Conosci, vivi, diffondi la Costituzione’, promosso dall’istituto con l’agenzia Dire e diregiovani.it.

Istituto Medici di Legnano
Il docente di musica Alex Fusaro ha ricevuto la telefonata della ministra Azzolina che si è complimentata per il video musicale ‘Lezioni online’, realizzato dall’insegnante.

IC Montezemolo di Roma
Prima lezione di educazione civica digitale di ‘Crescere Cittadini Digitali’, il progetto promosso da Samsung Electronics Italia per far crescere cittadini digitali consapevoli.

Liceo Carducci di Milano
Appello degli studenti e dei docenti per riaprirlo: “La didattica a distanza non è più sostenibile”, scrivono in una lettera.

Liceo Majorana di Roma
I docenti hanno firmato una petizione per dire no alla settimana scolastica di 6 giorni.

Liceo Avogadro di Roma
In una lettera, gli studenti denunciano il disinteresse politico per la scuola e rivendicano il diritto allo studio.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it