Tg Cinema – Edizione del 3 febbraio

Tg Cinema – Edizione del 3 febbraio

Oggi si parla di 'Carla', 'Thor: Love and Thunder', 'L'ultimo Paradiso' e 'L'ultimo bacio'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – È online la nuova edizione del Tg Cinema.

BATTUTO CIAK PER ‘CARLA’, IL PRIMO FILM TV SU CARLA FRACCI 

Sono iniziate a Roma le riprese di ‘Carla’, con Alessandra Mastronardi nel ruolo di Carla Fracci, il primo film tv sulla vita della più grande ballerina italiana di tutti i tempi, in arrivo prossimamente su Rai1. Liberamente ispirata all’autobiografia della Fracci ‘Passo dopo passo – La mia storia’, la pellicola è realizzata con la consulenza diretta della stessa ballerina. Dopo le prime settimane di riprese a Roma e Orvieto, il set si sposterà a Milano e, in particolare, al Teatro alla Scala che, per la prima volta nella sua storia, apre le porte a una produzione fiction permettendo di girare all’interno dei suoi storici spazi, per celebrare un’artista che proprio lì ha mosso i suoi primi passi nel 1946, diventando prima ballerina nel 1958.

‘THOR: LOVE AND THUNDER’, DIFFUSE PRIME FOTO ‘RUBATE’ DAL SET 

Chris Hemsworth nei panni di Thor appare in ‘super’ forma dopo ‘Avengers: Endgame’ nei primi scatti ‘rubati’ dal set di ‘Thor: Love and Thunder’ diretto da Taika Waititi. Nelle immagini della pellicola – che fa parte della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe aperta con la serie ‘WandaVision’ (attualmente in onda su Disney+)  – appaiono anche il ‘guardiano della galassia’ Chris Pratt  nei panni di Star-Lord, Natalie Portaman in quelli di Jane Foster, Karen Gillan in quelli di Nebula e Sean Gunn in quelli di Kraglin. Nel cast anche il regista Waititi, che torna a doppiare il guerriero Korg, e Christian Bale nel ruolo del macellatore degli dei, Gorr, il ‘cattivo’ principale della storia.

‘L’ULTIMO PARADISO’, SU NETFLIX ARRIVA IL FILM SUL CAPORALATO  

Una storia di libertà, di amore e di emancipazione, non solo femminile. Un ritratto, al tempo stesso lontano e attuale, del secondo dopoguerra nel sud Italia animato dalla lotta di classe. Tutto questo è ‘L’ultimo Paradiso’: il film originale Netflix, in associazione con Mediaset, interpretato e prodotto da Riccardo Scamarcio, che lo ha co-sceneggiato insieme al regista Rocco Ricciardulli. L’attore interpreta Ciccio, un contadino pugliese che si ribella al caporalato e sogna una vita diversa lontano dai terreni. “Questo è un film sul caporalato ambientato negli Anni 50, ma le dinamiche sono attuali. Ora accade con gli extracomunitari, pagati 2-3 euro all’ora”, ha detto il regista durante la conferenza di presentazione della pellicola su Zoom. ‘L’Ultimo Paradiso’, dal 5 febbraio su Netflix, vede nel cast anche Gaia Bermani Amaral, Valentina Cervi e Antonio Gerardi. 

‘L’ULTIMO BACIO’, 20 ANNI FA USCIVA IN SALA IL FILM DI MUCCINO

Vent’anni fa, nel 2001, usciva nelle sale cinematografiche ‘L’ultimo bacio’, terzo lavoro di Gabriele Muccino. Molto più di un film, ma un ritratto della generazione dei trentenni che si è trasformato in un vero e proprio fenomeno sociologico con protagonisti un gruppo di ragazzi che si trovano a riflettere sulla loro vita e le loro scelte, scardinando così le certezze di sempre. Tutti volevano vederlo e tutti volevano avere un’opinione sul remake di ‘The Last Kiss’, che ha incassato circa 13 milioni di euro al botteghino, restando in sala per sei mesi, e si è aggiudicato cinque David di Donatello. Sono passati venti anni ma gli interpreti di questo film, ancora oggi, tengono compagnia il pubblico, sul piccolo e grande schermo, come Stefano Accorsi, Giovanna Mezzogiorno, Pierfrancesco Favino, Stefania Sandrelli, Giorgio Pasotti, Martina Stella, Sabrina Impacciatore e Claudio Santamaria. In un cameo appare Carmen Consoli, che accompagna la storia con la sua canzone che ha dato il titolo al film. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it