Foibe, premiati i vincitori del concorso “10 febbraio. Pola, addio!”

Oggi l'evento in diretta dal ministero dell'Istruzione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Doppio appuntamento nel Giorno del Ricordo per il ministero dell’Istruzione, che rinnova la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra premiando le scuole vincitrici dell‘XI edizione del Concorso Nazionale ’10 febbraio. Pola, addio!‘.

Dopo le celebrazioni nell’Aula dei Gruppi parlamentari di Montecitorio, il ministero dell’Istruzione ha dato il via alla manifestazione online per la premiazione delle scuole vincitrici del concorso e la presentazione dei lavori degli altri partecipanti, con la proiezione del documentario ‘Le perle del ricordo’. Alle scuole, inoltre, era stata trasmessa un’apposita circolare per invitare docenti, studentesse e studenti alla riflessione su questa ricorrenza.

Il primo premio per la sezione ‘Scuola Primaria’ è andato alla ‘Scuderi’ di Linguaglossa (CT), per l’elaborato ‘Mina e Corrado… da Pola a Catania’. Per la categoria ‘Scuola Secondaria di I grado’ ha vinto invece l’isituto comprensivo ‘Isaia Ascoli’ di Gorizia, con l’elaborato dal titolo ‘Ricette di vita. Lidia Bastianich da Pola a New York. Secondo posto per l’istituto comprensivo ‘W.A. Mozart’ di Roma, per l’elaborato dal titolo ‘…affinché nella valigia di una bambina… ci siano solo incontenibili sogni’.

Ad aggiudicarsi il podio per la categoria ‘scuole secondarie di secondo grado’ è la scuola ‘Giacomo e Pio Manzù’ di Bergamo, per l’elaborato dal titolo ‘Noi siamo anche il nostro passato… Sempre’. Medaglia d’argento all’istituto ‘Polo 3’ di Fano (PU), per l’elaborato dal titolo ‘Cara Pola, …’. Premio Speciale Continuità all’istituto Omnicomprensivo ‘Città di Sant’Angelo’ (PE), per ‘L’Angolino – Giornalino di Istituto’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it