The Mandalorian, Lucasfilm licenzia Gina Carano accusata di antisemitismo

The Mandalorian, Lucasfilm licenzia Gina Carano accusata di antisemitismo

Nella serie di Disney+ l'attrice è l'interprete di Cara Dune
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Gina Carano è al centro di una polemica. Lucasfilm ha deciso di licenziare l’interprete di Cara Dune nella serie The Mandalorian per le sue inaccettabili dichiarazioni nei confronti degli ebrei. 

La Carano ha pubblicato una serie di storie su Instagram, successivamente cancellate, in cui ha accostato l’attuale situazione politica negli Stati Uniti con il terrore che si respirava nella Germania ai tempi del nazismo, paragonando gli ebrei con i repubblicani di Donald Trump.

Gli ebrei sono stati picchiati per le strade, non dai soldati nazisti ma dai loro vicini… anche dai bambini. Poiché la storia viene modificata, la maggior parte delle persone oggi non si rende conto che, per arrivare al punto in cui i soldati nazisti avrebbero potuto facilmente radunare migliaia di ebrei, il governo ha prima fatto in modo che i loro vicini li odiassero semplicemente per il fatto di essere ebrei. In che modo è diverso dall’odiare qualcuno per le sue opinioni politiche?“, aveva scritto la Carano.

Lucasfilm, in una nota, ha annunciato che Gina Carano non sarà più coinvolta in The Mandalorian o in altri progetti di Star Wars:

Gina Carano non è attualmente impiegata da Lucasfilm e non ci sono piani per lei in futuro. Dopotutto, i suoi post sui social media che denigrano le persone in base alle loro identità culturali e religiose sono abominevoli e inaccettabili”.

Le ultime dichiarazioni dell’attrice hanno rappresentato ‘la goccia che ha fatto traboccare il vaso’. Qualche tempo fa, infatti, era stata al centro di una bufera per le sue dichiarazioni da ‘negazionista della mascherina anti-Covid’.

LE ALTRE POLEMICHE SU GINA CARANO 

L’attrice ed ex wrestler non è nuova alle polemiche. Qualche settimana fa aveva scritto su Twitter dei tweet contro l’obbligo di indossare la mascherina per contenere la diffusione del Covid. Senza dimenticare i post che alludevano a possibili brogli elettorali riguardanti il voto presidenziale. Tutto questo ha fatto nascere sui social l’hashtag #FireGinaCarano, ovvero “licenziate Gina Carano”. 
   

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it