Scuola, al Brutium di Cosenza parte corso di giornalismo con Diregiovani

Scuola, al Brutium di Cosenza parte corso di giornalismo con Diregiovani

50 studenti coinvolti nel percorso per la parità di genere
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

COSENZA – È iniziato questa mattina il corso di giornalismo nell’ambito del progetto ‘CxC: Comunicazione=Cultura’, promosso dal Polo tecnico scientifico ‘Brutium’ di Cosenza, in collaborazione con diregiovani.it. Cinquanta studenti e studentesse si sono collegati online con gli esperti di diregiovani.it per il corso di giornalismo che avrà un focus su tema della violenza di genere.

“Ho voluto coinvolgere un ampio numero di studenti- ha spiegato la dirigente scolastica Rosita Paradiso- per sensibilizzare e promuovere buone pratiche con l’obiettivo di fare prevenzione e sostengo. Non ultimo, di affinare le conoscenze linguistiche e stilistiche dei nostri ragazzi, in un percorso che rientra nelle competenze trasversali”.

Il progetto rientra nei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) e sarà declinato in ambito giornalistico, con una serie di incontri teorici e di attività laboratoriali. La realizzazione di articoli, interviste, video e servizi giornalistici saranno gli argomenti trattati durante gli incontri, con focus sulla violenza fisica e psicologica sulle donne, le discriminazioni legate all’orientamento e all’identità sessuale, i casi di femminicidio, il rispetto di genere ed il corretto uso del linguaggio giornalistico.  I partecipanti, tutti di quarto anno, sono intervenuti all’incontro per esprimere il loro punto di vista:

“Spesso, nei casi di femminicidio, la stampa individua come movente la gelosia– interviene Francesco- ma è senso di appartenenza. L’uomo violento vede nella propria compagna un oggetto da possedere”. “Il problema nasce dal senso di superiorità e prevaricazione dell’uomo sulla donna– chiosa Francesca Calabrese- ma la libertà dell’individuo non ha identità di genere, il rispetto in una coppia dev’essere reciproco”. “Secondo me– aggiunge Francesca Sardelli- il rispetto nei confronti delle donne dipende dall’educazione ricevuta, sin dalla prima infanzia dalle nostre famiglie”. “Ognuno– conclude Domenico- nel suo piccolo può fare qualcosa per cambiare la società, in cui stiamo vivendo”.

I ragazzi e le ragazze si cimenteranno nella produzione originale di contenuti testuali e multimediali che, a fine corso, saranno pubblicati online su www.diregiovani.it e all’interno del giornale online La scuola fa notizia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Graziella Guglielmino
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it