Speravo de morì prima, la serie su Totti arriva il 19 marzo

Speravo de morì prima, la serie su Totti arriva il 19 marzo

Guarda il trailer con Pietro Castellitto nei panni del Capitano
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La prima parola che ha pronunciato è stata “palla”. Ha animato lo stadio Olimpico per venticinque e intensi anni, fatti di vittorie, sconfitte, lacrime, adrenalina, emozioni, scudetti, invasioni di campo, striscioni, cori che intonavano C’è solo un Capitano. Il 28 maggio 2017 il suo addio all’A.S. Roma. Un lutto non solo per i tifosi romanisti ma anche per l’intera città. Sì, perché Francesco Totti è uno di quei pochi grandi calciatori ad avere il super potere di mettere tutti d’accordo. Il mito del numero 10, però, non si è spento dal saluto a Trigoria. Totti sarà raccontato nella nuova serie Sky Original. Sale l’hype per Speravo de morì prima: il dramedy in sei episodi sull’ex Capitano della A.S. Roma, interpretato dall’attore e regista Pietro Castellitto, in arrivo il 19 marzo Sky e in streaming su NOW TV.  La serie, come il docu-film di Alex Infascelli Mi chiamo Francesco Totti, è tratta da Un Capitano di Francesco Totti e Paolo Condò (edito Rizzoli).

SPERAVO DE MORÌ PRIMA, LA TRAMA

Diretta da Luca Ribuoli (già alla regia de ‘La mafia uccide solo d’estate’) e prodotta da Mario Gianani per Wildside, del gruppo Fremantle, con Capri Entertainment di Virginia Valsecchi, The New Life Company e Fremantle, ‘Speravo de morì prima – La serie su Francesco Totti’ racconta la fine del lungo percorso del Capitano della Roma con la maglia giallorossa, rimasta sempre la stessa per 27 anni, includendo le immagini d’archivio dei momenti più esaltanti della sua carriera e unendo l’epica sportiva da vero fuoriclasse del calcio italiano e mondiale, raccontato nel tormentato periodo prima del ritiro, e la vita privata di un uomo coraggioso, semplice e autoironico, legato da sempre al calcio e a una città, Roma, di cui è diventato negli anni simbolo e bandiera.

SPERAVO DE MORÌ PRIMA, IL CAST

Oltre a Pietro Castellitto (che ha debuttato alla regia con ‘I predatori’, il miglior esordio del 2020) nei panni di Francesco Totti, nel cast Greta Scarano nei panni di Ilary Blasi, sua moglie; Gianmarco Tognazzi in quelli di Luciano Spalletti, ultimo allenatore della sua carriera; Monica Guerritore in quelli della madre del ‘Pupone’, Fiorella; Giorgio Colangeli, invece, in quelli del padre; Primo Reggianiin quelli di Giancarlo Pantano, amico storico del Capitano; Alessandro Bardani in quelli di Angelo Marrozzini, cugino del Capitano; Gabriel Montesi e Marco Rossetti in quelli rispettivamente di Antonio Cassano e Daniele De Rossi; Massimo De Santis in quelli di Vito Scala; Eugenia Costantini e Federico Tocci in quelli dei genitori di Totti da giovani. 

La serie è scritta da Stefano Bises, Michele Astori e Maurizio Careddu. Fremantle è il distributore internazionale.

SPERAVO DE MORÌ PRIMA, IL TRAILER UFFICIALE

Accento romano, capelli effetto bagnato, tuta dell’A.S. Roma, fan impazziti che lo inseguono in ogni angolo della città, passione, amore per la Capitale, per i romani e per i tifosi, Greta Scarano nei panni di Ilary (la moglie di Totti), lacrime, emozioni e tanto (ma tanto) hype per questa serie e per Pietro Castellitto che, dopo l’esordio alla regia con I Predatori, ha accolto un’altra grande sfida, forse la più difficile: interpretare Francesco Totti.

SPERAVO DE MORÌ PRIMA, IL POSTER

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it