Arisa: “Vado a Sanremo con più coraggio e fiducia in me”

L'artista sarà in gara tra i big con "Potevi fare di più"

16 Febbraio 2021

ROMA – “Non vedo l’ora di tornare a cantare e di farlo sul palco dell’Ariston”. È con questo spirito che Arisa guarda alla sua settima partecipazione al Festival di Sanremo, che la vedrà protagonista dal 2 al 6 marzo con il brano ‘Potevi fare di più’. Una canzone “dalle sonorità un po’ sognanti” scritta per lei da Gigi D’Alessio, ormai consigliere numero uno della cantante (anche per l’album che arriverà entro la fine del 2021).

“Mi rispecchio tantissimo nel pezzo di Gigi- ha ammesso Arisa presentando il brano su Zoom ai giornalisti- ci siamo trovati spesso a chiacchierare delle nostre cose e ci siamo raccontati. Quando ho sentito la canzone mi sono commossa”.

Dopo un anno di stop lavorativo, l’esperienza televisiva ad Amici di Maria De Filippi e un percorso alla riscoperta di se stessa, Arisa – al secolo Rosalba Pippa – arriva all’Ariston con un pezzo che parla di un momento di liberazione da una relazione tossica, una rinascita che è anche un po’ la sua. Dal punto di vista musicale prima di tutto:

“Sono padrona della mia musica, prima ero inesperta. Non avrei potuto esserlo prima. Non ero in grado, ora sono più coraggiosa e mi butto di più. Se penso che una canzone che ho scritto sia bella vado avanti, voglio provare a far conoscere alle persone il mio stile”.

A livello personale, invece, Arisa ha le idee ancora più chiare e sul tema del brano ha dichiarato:

“Quando sentiamo che una situazione non è congeniale alle nostre corde bisogna prendersi la responsabilità del proprio disagio e fare in modo che le cose cambino. Il tempo è poco e lo sprechiamo. Dobbiamo utilizzarlo per essere felici e rendere felici gli altri. La cosa più importante però è sviluppare un grande amore per se stessi perché solo così riconosceremo l’amore degli altri”.

“Canto un sentimento napoletano grazie alle parole di Gigi D’Alessio”

‘Potevi fare di più’ parla proprio di questo e in Gigi D’Alessio Arisa ha trovato un veicolo perfetto per esprimere i suoi sentimenti.

“Quando ho ascoltato il brano- ha ricordato Arisa- ho sentito una grande verità. Ho bisogno di cantare cose autentiche. Dico sempre agli autori: ‘Scrivi per te, perché credo che i sentimenti siano circolari. Gigi lo stimo tantissimo e lo trovo un maestro della musica. Ha scritto dei brani che sono entrati nella cultura popolare e ha girato il mondo con i suoi pezzi. Con la sua scrittura- ha aggiunto- volevo anche avvicinarmi alle mie origini lucane. Canto il sud attraverso uno stampo napoletano, mi sento di cantare un sentimento napoletano”.

Dopo due vittorie (nel 2009 e nel 2014) e un secondo posto, Arisa si prepara a un Sanremo che di certo sarà diverso da quelli che ha sempre vissuto:

Sarà un festival che si preannuncia con tante difficoltà ma Sanremo ora è una manifestazione di ripartenza. Una parte dei lavoratori dello spettacolo può avere un’occasione per rimettersi in bolla. Tirarsi indietro sarebbe stato un errore. Da 71 anni c’è il festival, non possiamo togliere pure quello”.

Insomma, Sanremo e Sanremo e Arisa è sicura: “Ce la metteremo tuttoa affinché sia una grande festa”.

2021-02-26T22:02:22+01:00