Coding Girls lancia la campagna ‘Il mio futuro? Dipende da me’

La campagna intergenerazionale sulla parità di genere con le donne manager del Club Dirigenti Tecnologie dell’Informazione

ROMA – Mentre la settima edizione di Coding Girls è da poco entrata nel vivo con la formazione diffusa nelle scuole, le nuove generazioni sono travolte da una nuova emergenza, la ‘Shecession’, la recessione che sta colpendo duramente le donne durante la pandemia. Negli ultimi dodici mesi hanno perso il lavoro 444mila persone, 312mila donne e 132mila uomini. A dicembre gli occupati in meno sono 101mila, 99mila sono donne (dati Istat).

Alla sfida di ridare futuro alle giovani donne non si sottrae l’alleanza collaborativa di Coding Girls, guidata dalla Fondazione Mondo Digitale e sostenuta da Missione Diplomatica USA in Italia, Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, Compagnia di San Paolo, Microsoft, Eni e una rete di 32 partner accademici. L’alleanza nazionale, da sempre aperta a partner pubblici e privati che ne condividono valori e obiettivi, si arricchisce ora del contributo delle donne del Club Dirigenti Tecnologie dell’Informazione (CDTI), guidate dalla vice presidente Maria Pia Giovannini.

Le donne professioniste del CDTI animano sessioni di role modelling per le studentesse delle scuole e le universitarie che partecipano al progetto Coding Girls, con l’obiettivo di sensibilizzare le giovani donne sull’importanza del loro contributo per la crescita economica e la sostenibilità del paese. La prima testimonianza è di Cinthia Bianconi, presidente della Fondazione Adriano Olivetti e neo consigliera di CDTI. Con lei in video nella puntata di lancio ci sono anche Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale, e la vice presidente Maria Pia Giovannini. Le sessioni di role modelling si svolgono secondo un originale format narrativo che coinvolge donne di tutte le età nella prima campagna intergenerazionale al femminile per la piena partecipazione allo sviluppo del paese. Nelle puntate successive si cimentano nel ruolo di conduttrici anche le studentesse. Lo slogan è ‘Il mio futuro? Dipende da me’ e l’hashtag sui social #dipendedame.

Cinthia Bianconi, nata a Bruxelles, vive e lavora a Roma come avvocato. Dal 2016 presiede la Fondazione Adriano Olivetti, tra le più antiche fondazioni italiane di origine non bancaria. La Fondazione è un ente operativo indipendente che sviluppa e coordina progetti per approfondire la conoscenza delle condizioni da cui dipende il progresso sociale. Grazie all’inserimento di due nuove consigliere, Cinthia Bianconi e Mirta Michilli, la quota della presenza femminile nel Consiglio del CDTI ora arriva al 30%.

Attraverso un’alleanza educativa tra 100 classi delle scuole secondarie di secondo grado e 33 partner accademici, il programma Coding Girls raggiunge nell’anno scolastico in corso 15mila studentesse di 24 città diffondendosi in tutte regioni. Non solo allenamenti e competizioni di coding tra le scuole, il programma prevede anche sessioni di orientamento con tutor universitari e incontri motivazionali con role model per sostenere la parità di genere nei settori della scienza e della tecnologia e per incentivare la partecipazione delle giovani donne al mercato del lavoro.

2021-02-16T18:03:54+01:00